L’Olimpia non sbaglia: battuto anche il Baskonia – Matteo Brambilla

L’Olimpia non sbaglia: battuto anche il Baskonia – Matteo Brambilla

img_2012-324x252 L'Olimpia non sbaglia: battuto anche il Baskonia - Matteo Brambilla Basket Prima Pagina Sport   Milano-Dopo la vittoria in campionato contro la Reyer Venezia, Milano continua la sua striscia vincente anche in Europa, portandosi al quinto posto assoluto in Eurolega.

Pubblicità

Olimpia Milano – Kirolbet Baskonia Vitoria  93-90

Nell’ottava giornata, l’Olimpia Milano trova la sesta vittoria su 8 incontri disputati, dopo una stupenda partita combattuta fino alla fine. Milano non conserva il minimo vantaggio guadagnato, ed è costretta come nei precedenti incontri, a fermare costantemente il riavvicinamento dei baschi. La differenza rispetto alle scorse stagioni, è quella di essere sempre pronti a qualsiasi tipo di difficoltà, soprattutto durante le rimonte avversarie.

Il primo quarto

L’Olimpia Milano, arriva alla partita con due assenze importanti come Nedovic e Della Valle, che chiaramente limitano le possibilità di un roster al completo. Milano inizia fin da subito, ad  utilizzare la zona centrale del campo per sviluppare la manovra di gioco, finalizzando ai lati le azioni, per colpire la difesa. La squadra spagnola risponde colpo su colpo, attraverso un gioco rapido ma efficace, che sorprende troppo spesso i ragazzi di Pianigiani. L’Olimpia comincia a sistemarsi in difesa, il Baskonia  cambia strategia utilizzando l’atletismo dei suoi migliori giocatori, per restare attaccata alla partita. Milano trova un minimo vantaggio grazie alla fredezza di Micov, autore di 13 punti in 10 minuti di gioco, che permettono alla squadra milanese di portarsi avanti, in un acceso primo tempo concluso sul 27 a 26.

Secondo quarto

Nel secondo periodo Perasovic, l’allenatore del Baskonia, mette in campo una squadra più fisica sotto canestro, ma non riesce a trovare un cospicuo vantaggio con questa strategia. Il reparto guardie dell’Olimpia punisce, la squadra milanese aumenta il suo margine. Marcelinho Huertas sale in cattedra, restituendo un ordine di gioco ai baschi, che continuano ad utilizzare la fisicità e la tecnica dei lunghi in post basso. Milano rischia di non avere più il controllo della partita, perde 3 palloni importanti, permettendo agli avversari di rientrare in gioco. Il ritmo dell’incontro non è più a favore dell’Olimpia, ma gli spagnoli non riescono a sfruttare a pieno il momento, per alcuni errori ai tiri liberi. I meneghini riprendono in mano l’inerzia del gioco e riescono a concludere in vantaggio il primo tempo, 47 a 43 per la squadra di casa.

Terzo quarto

Nei primi momenti del terzo quarto le squadre rientrano dagli spogliatoi “fredde”, non si segna da entrambi i lati e le due difese funzionano perfettamente. Come se fosse scontato, il carismatico Mike James ha il compito di sbloccare la situazione, riesce a prendere in mano la partita e comincia a dettare il ritmo. Milano, grazie ai suoi grandi interpreti, è quasi infallibile e si porta a +10, nonostante il Baskonia con Janning, cerca di rimanere a contatto. Una eccessiva sicurezza di Micov  e James , li porta a sbagliare alcuni tiri forzati, in questo modo gli spagnoli, con un parziale di 4 a 12, tornano in gara. Per l’ennesima volta però, la squadra spagnola non finalizza al meglio i tiri dalla lunetta e con una ordinata gestione della palla, l’Olimpia Milano riprende il vantaggio finendo il quarto sul 73 a 68.

L’ultimo quarto

Nel quarto periodo, la velocità avversaria mette in difficoltà la difesa meneghina, che non riesce a coprire energicamente gli attacchi spagnoli. L’Olimpia con grinta, produce alcuni punti con Jerrells, che servono a mantenere un discreto vantaggio; James con una tripla delle sue aumenta ulteriormente il vantaggio a pochi minuti dalla fine. I baschi non si arrendono, rispondendo ad ogni colpo, grazie ad un ottimo lavoro di squadra. Nello scontro finale,  il Baskonia ha un ultimo tentativo per pareggiare i conti, che però viene mancato e l’Olimpia Milano si aggiudica la vittoria per 93 a 90.

La sfida contro il Barcellona

Per la 9° giornata di Eurolega, l’Olimpia fa visita al Barcellona in Spagna, per affrontare una delle squadre più forti d’Europa. Il Barca arriva da una sconfitta esterna in Grecia contro il Panathinaikos, vuole a tutti costi una vittoria, per non rischiare di perdere ulteriori posizioni in classifica. Milano deve scontrarsi con la forza fisica e tecnica di Ante Tomic e Chris Singleton, i migliori giocatori che possiede il Barcellona. Il pronostico della partita è incerto, le due squadre sono entrambe di altissimo livello e si prospetta una sfida combattuta fino alla fine.

 

Matteo Brambilla

 

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi