Terribile incidente stradale a Pioltello. 2 morti e un’azienda in fiamme

Terribile incidente stradale a Pioltello. 2 morti e un’azienda in fiamme

pioltello-incendio-324x207 Terribile incidente stradale a Pioltello. 2 morti e un'azienda in fiamme Cronaca Milano Prima Pagina   Pioltello –  E’ alto il bilancio dell’incidente automobilistico avvenuto questa mattina, alle 5.30 circa, nella frazione di Seggiano di Pioltello, in via Grandi. Due i morti, in maniera terribile. Un giovane italiano di 25 anni e un uomo di nazionalità rumena di 44 anni. Chissà cosa ha causato l’errore di una giovanissima guardia giurata italiana, di appena 25 anni. Forse la stanchezza. Ha imboccato contromano l’ incrocio. In quel momento sopraggiungeva un tir dei supermercati Esselunga che non ha potuto evitare l’impattoi. Nel tentativo di evitare lo scontro frontale, avvenuto ugualmente, con la macchina della sorveglianza privata, il tir ha cozzato contro la C5 guidata dal 44enne rumeno. Poi è finito all’interno del capannone della Silanos lavastoviglie. Il camion e l’auto del rumeno hanno preso fuoco inseme ad una parte del capannone.

Pubblicità

Il povero romeno è morto carbonizzato all’interno della sua automobile, mentre la giovane guardia giurata è stata ritrovata dilaniata al di sotto del camion. Il camionista è riuscito a salvarsi. Data l’ora, nello stabilimento non erano presenti operai. Oltre ai soccorsi, purtroppo inutili per i due uomini, sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Cassano d’Adda, i vigili del fuoco di via Messina, per lo spegnimento dell’incendio, coadiuvati dal nucleo degli artificieri dei carabinieri. La guardia giurata era infatti armata e c’era il rischio della esplosione dei colpi durante le opere di spegnimento delle fiamme e di estrazione dei resti del giovane da sotto il camion.

 

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

2 Commenti

  1. Cara “giornalista si informi meglio prima di scrivere cose errate e soprattutto prima di giudicare quando in corso c’è un’indagine sottoposta a segreto istruttorio.

  2. Buongiorno, io non giudico nulla. Racconto. queste sono le notizie rese pubbliche durante la conferenza stampa tenuta dai carabinieri forestali. Seguiremo la vicenda e le indagini e ad ogni cambiamento o nuova notizia la pubblicheremo. D’altra parte il fatto è di una grande rilevanza pubblica, ambientale e sociale e il lavoro del giornalista è quello di rendere pubblico e di raccontare ciò che succede.
    Lo so che in tanti non riescono a comprendere come sia possibile che i carabinieri o la polizia o in genere le forze dell’ordine raccontino ai giornalisti il risultato di indaginj già pubbliche e fa parte di indagini già concluse, ma è così.
    Nel.momento che alcuni dei sospettati si scopriranno innocenti l’articolo sarà integrato da nuove notizie.
    I responsabili dell’incendio di rifiuti possono anche avere il loro spazio persino se colpevoli , ma questa per ora è quanto c’è.

Rispondi