Milano: controlli della Polizia di Stato in due stazioni

Milano: controlli della Polizia di Stato in due stazioni

Venerdì, durante uno dei servizi di vigilanza e controllo del territorio effettuato dagli agenti della Polfer di Milano-Bovisa nella stazione di Milano Cadorna, una donna ha avvisato i poliziotti che, poco prima, aveva visto un uomo rubare delle monete da un contenitore di un non vedente che suonava il flauto davanti alla stazione. Dalle indicazioni ricevute, gli agenti, subito dopo, hanno individuato l’uomo, che è stato trovato in possesso della somma di 6,10 euro, in monete di piccolo taglio. La piccola somma è stata restituita all’artista di strada e l’autore del furto, un cittadino del Gambia di 50 anni, è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato.

Pubblicità


Nella stazione di Milano Centrale, gli agenti della Squadra di polizia giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria in servizio antiborseggio, ieri pomeriggio, hanno notato uno straniero avvicinare un giovane, visibilmente minorenne, al quale, dopo un breve colloquio, ha consegnato una sostanza di colore marrone scuro, ricevendo dal ragazzo la somma di 10,00 euro. Gli agenti hanno identificato entrambi e sequestrato la sostanza, pari a 3,00 gr. di hashish e la banconota. L’uomo, un cittadino del Gambia di 22 anni con regolare permesso di soggiorno, è stato arrestato per spaccio di stupefacenti. Il giovane acquirente, minore degli anni 18, è stato segnalato quale assuntore di sostanza stupefacente e affidato a una comunità.


Una pattuglia del Settore Operativo della Polfer, sempre ieri, nella stazione di Milano Centrale, è intervenuta presso un dei varchi di accesso all’area binari, ai quali si accede solo se muniti di biglietto, in quanto un uomo pretendeva di accedere seppure sprovvisto. Nonostante la presenza dei poliziotti, l’uomo ha continuato a pretendere di entrare. Improvvisamente, lo stesso ha sferrato un pugno al fianco di un agente, tentando invano di impossessarsi della pistola in dotazione. Subito bloccato e immobilizzato, l’aggressore, un nigeriano di 29 anni munito di permesso di soggiorno, è stato arrestato per resistenza a P.U.

Nessun commento

Rispondi o lascia una replica