La Polizia di Stato sequestra preziosi commercializzati nelle televendite

La Polizia di Stato sequestra preziosi commercializzati nelle televendite

0

La Polizia di Stato venerdì ad Assago (MI) ha posto sotto sequestro oltre un chilo e mezzo di preziosi in argento dopo i controlli effettuati dagli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Milano presso la sede dell’impresa individuale “D.R.”, autorizzata dal suindicato comune per il commercio di bigiotteria tramite televendita.

Pubblicità

La sede sociale consta di un magazzino con bigiotteria, chincaglieria ed accessori di abbigliamento (borse, foulards e portafogli) e di uno spazio, adibito a sala registrazione, dotato di tavoli, monitor e consolle audio; i prodotti vengono posti in vendita in diretta su due canali televisivi del digitale terrestre; i clienti interessati ai prodotti contattano telefonicamente l’azienda e successivamente avviene la spedizione con pagamento a mezzo contrassegno.

Nel corso delle verifiche, sono stati rinvenuti 135 oggetti in argento (anelli, collane, braccialetti, orecchini di varie tipologie e modelli) del peso complessivo di Kg 1.60 del presunto valore commerciale di circa ¤ 6000,00.

Il titolare, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, ha dichiarato di avere in carico la merce suindicata poiché un suo conoscente di Vicenza gli aveva chiesto di poterli proporre in vendita a mezzo televisivo; a seguito di richiesta il titolare ha esibito le relative fatture ed i documenti di trasporto.

Poiché il predetto non è in possesso di autorizzazione della Questura ex art. 127 T.U.L.P.S. per il commercio di oggetti preziosi, i  poliziotti della Questura di Milano hanno contestato la violazione dell’art. 705 c.p. e posto sotto sequestro il materiale unitamente a tutta la documentazione.

?_task=mail&_action=get&_mbox=INBOX&_uid=22617&_part=1.2 La Polizia di Stato sequestra preziosi commercializzati nelle televendite Lombardia Prima Pagina

Nessun commento

Rispondi