Garage Italia, Lapo Elkann e Cracco salvano un edificio storico

Garage Italia, Lapo Elkann e Cracco salvano un edificio storico

garage-italia-324x243 Garage Italia, Lapo Elkann e Cracco salvano un edificio storico Botteghe e ristoranti Costume e Società
Foto di GIanluca Preti

Siamo al Rondò di Piazzale Accursio. La piazza è attraversata da viale Certosa e si trova a pochi passi dal centro commerciale del Portello. Proprio dove una volta c’era la fabbrica dell’Alfa Romeo. Sempre a pochi passi di distanza , il vecchio tiro a segno. Edificio rimasto per anni in disuso e oggi interessato ad una ristrutturazione che trasformerà la palazzina in stile liberty nella nuova sede consolare degli Stati Uniti D’America. Sulla destra, guardando verso Viale Espinassi, notiamo un edificio con una forma molto particolare. È di fatto una stazione di servizio, l’ex stazione Agip Supercortemaggiore.

L’ex stazione Agip Supercortemaggiore e la sua storia

Pubblicità

Si capisce che è una stazione di servizio per la conformazione, ma non è una comune pompa di benzina. Pur essendo stata una stazione Agip fino alla metà degli anni ‘80, per poi diventare la sede di un negozio di gomme per auto, ha una storia importante. L’edificio è infatti protetto dai beni culturali della Lombardia. Progettata e realizzata tra il 1951 e il 1953, questo edificio di due piani più uno interrato, ha come caratteristica il fatto di essere perfettamente inserito nella particolare conformazione a forma di V delle strade limitrofe.
Realizzato dall’architetto Mario Bacciocchi, mette in mostra le sue forme sinuose, arrotondate, e ricordano senza dubbio gli anni 50. Per alcuni versi assomigliando quasi ad una nave o ad un disco volante di quelli che venivano rappresentati nelle cronache della metà del secolo scorso.
Dei due piani che costituiscono l’edificio solo uno è stato per lungo tempo utilizzato, il piano superiore infatti che doveva ospitare uffici e abitazione del gestore della pompa di benzina non fu mai utilizzato.

La Rinascita

L’ex stazione Agip Supercortemaggiore, fortemente voluta negli anni ’50 da Enrico Mattei, è stata riportata al suo antico splendore nel 2017 grazie ad un progetto di restauro di Michele De Lucchi, al fine di ospitare quello che è un vero e proprio laboratorio all’avanguardia per quel che riguarda la customizzazione di veicoli di qualsiasi tipo, comprese barche, elicotteri e qualsiasi cosa si muova. Tale laboratorio nasce dalla mente creativa di Lapo Elkann. Oltre al laboratorio sarà presente un ristorante, gestito da Carlo Cracco, che gestisce anche il bar presente al piano terreno.

Joni Preti
Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

Nessun commento

Rispondi