Legge Merlin. Le confiscano 5 appartamenti per mancanza di discrezione

Legge Merlin. Le confiscano 5 appartamenti per mancanza di discrezione

0

La Polizia di Stato ha arrestato una donna di origini brasiliane a seguito di diverse denunce nei suoi confronti, effettuate dai condomini che risiedevano nelle palazzine in cui si trovavano degli appartamenti di sua proprietà, per averli affittati giovani prostitute, disturbatrici della quiete e dell’ordine interno.
Intorno al 2009-2010, la donna in questione, di 46 anni e con un figlio, aveva sposato un uomo molto più anziano di lei, che le aveva fatto firmare un contratto di matrimonio, in cui dichiarava di lasciarle gli appartamenti da lui posseduti, ma in cambio lei avrebbe dovuto assisterlo fino alla sua morte

Tuttavia, ancor prima del decesso dell’anziano, avvenuto circa quattro anni fa, la 46enne aveva preso possesso degli appartamenti, affittandoli settimanalmente a prostitute di alto bordo.
Si tratta di 5 appartamenti ottenuti in eredità e uno comprato in seguito, uno localizzato nella zona di Corso Monforte, uno in Corso di Porta Romana, due in via Lattanzio, uno sull’Alzaia Pavese, e un altro in Corso Lodi.
Venivano dati a giovani prostitute a prezzi che andavano dai 200 ai 700 euro, a trattandosi si abitazioni composte da due fino a cinque locali, capitava spesso che a risiederci ci fossero molte ragazze.

Le giovani erano per la maggior parte straniere, sudamericane, est-europee e russe, tutte incensurate, molto belle e di età compresa tra i 20 e 30 anni.
Tuttavia, la loro poca cura per la pulizia degli ambienti comuni e il continuo via vai all’interno delle palazzine, hanno non poco infastidito tutti gli altri condomini che sono andati più volte a lamentarsi con la donna brasiliana responsabile. Non avendo però ricevuto alcun riscontro da parte sua, hanno allora deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato.

Visto il valore e le zone strategiche in cui gli appartamenti erano situati, gli agenti hanno deciso di sequestrarli tutti seguendo la legge Merlin, che limita fortemente le pratiche di prostituzione. La donna è stata invece denunciata e arrestata per favoreggiamento della prostituzione.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

Nessun commento

Rispondi