Hacker sul profilo Facebook di Matteo Salvini per 27 minuti

Hacker sul profilo Facebook di Matteo Salvini per 27 minuti

matteo-324x170 Hacker sul profilo Facebook di Matteo Salvini per 27 minuti Costume e Società Curiosità   E’ durato 27 minuti l’hackeraggio del profilo Facebook e della pagina ufficiale del candidato premier Matteo Salvini.  Il profilo è stato ripristinato proprio pochi minuti fa. Poco prima di mezzanotte su pagina e profilo del leader della Lega sono apparsi messaggi che parevano poco in linea con le sue idee politiche e che hanno sorpreso i lettori. Tre messaggi in tutto. ” Sono gay”, “mi raso a Zero”  e “maledetti clandestini sono dappertutto. Anche sul mio profilo”. Sono stati cancellati da Facebook nel giro di pochissimi minuti. Si pensa allo scherzo di ragazzini. Il fatto porta però ad una riflessione sulla sicurezza della piattaforma di Facebook, considerando che gli hacker non sono certo entrati nel profilo scoprendo la password.

2 milioni di like  e il vincisalvini

Pubblicità

In questi giorni la pagina Facebook ufficiale di Matteo Salvini ha superato in “mi piace” quella del leader dei 5 stelle Beppe Grillo, sfiorando i 2 milioni di fan. Si tratta oggi, quindi, della pagina italiana di maggiori dimensioni. Ha preso il via anche la versione completa di una nuova sfida Facebook, partita dal sito internet di Matteo Salvini, il “vincisalvini”. Il gioco consiste nell’accumulare punti mettendo il Like per primi sui post Facebook di Salvini. E’ dichiarato vincitore chi raccoglie più punti nella giornata. Il premio è una telefonata con il leader e la pubblicazione del proprio selfie sulla pagina ufficiale. Per questo motivo, non appena passata la mezzanotte, molte persone erano in attesa del primo post della giornata, che avrebbe fruttato 500 punti al primo fan. Per questo, gli hacker che credevano di trovare la pagina facilmente accessibile di notte,  sono stati invece scoperti quasi subito dagli stessi fan del leader leghista.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi