Due furti ed una truffa sventati dalla Polizia di Stato nella stazione...

Due furti ed una truffa sventati dalla Polizia di Stato nella stazione di Milano Centrale. Quattro arresti della Polizia Ferroviaria

Giovedì pomeriggio, al consueto aumento notevole del traffico passeggeri nella stazione di Milano Centrale, gli agenti della Squadra di P.G. della Polizia Ferroviaria in abiti civili per meglio confondersi tra la folla, hanno notato un uomo aggirarsi nei pressi di alcuni turisti, nella nota “Galleria delle Carrozze”. Poco dopo l’uomo si è appostato alle spalle di una coppia asiatica e improvvisamente ha infilato una mano nello zaino della donna alla ricerca di valori. L’immediato intervento degli agenti, ha bloccato il malvivente prima che potesse allontanarsi con la refurtiva. La vittima, che non si era accorta di nulla, ha così denunciato il tentativo di furto e l’uomo, un cittadino di nazionalità algerina di anni 35, è stato arrestato.

Pubblicità

Poco dopo, sempre all’interno della stessa stazione, gli agenti del Settore Operativo della Polfer, che pattugliano l’intera area ferroviaria per vigilare sulla sicurezza dei tanti viaggiatori, hanno bloccato un truffatore.
Poco prima, il malvivente ha tentato un’operazione di prelievo contante facendo uso di una carta di credito e di una carta di identità di provenienza illecita, presso un  “Box Forexchange”. L’operatore, insospettito per l’insolita ed onerosa commissione prevista per tale operazione, ha notato peraltro la non corrispondenza della foto apposta sui documenti rispetto alla persona che gli si presentava. Il truffatore, intuito d’essere stato scoperto, improvvisamente è scappato lasciando i documenti prima esibiti, mentre l’operatore lo ha inseguito, finché non sono intervenuti gli agenti. Il truffatore, un italiano di 51 anni, già con precedenti di polizia e penali, anche specifici, è stato quindi arrestato.

Invece, ieri pomeriggio, gli agenti della Squadra di P.G. della Polizia Ferroviaria, in abiti civili e confusi tra la folla, hanno visto due persone correre con una grossa busta tra le mani, dalla quale fuoriuscivano alcuni capi d’abbigliamento, dirigersi verso l’uscita. Insospettiti, gli agenti hanno fermato i due per un controllo, dal quale è emerso che i capi d’abbigliamento erano stati appena sottratti da un negozio della stazione, mentre ancora si trovavano nelle scatole. La merce rubata, non essendo ancora dotata delle placche antitaccheggio, non ha così attivato il sistema d’allarme all’uscita dal negozio. I capi d’abbigliamento, sono stati restituiti ed i due, entrambi cittadini italiani, un uomo di 20 anni ed una donna di 40, sono stati quindi arrestati per furto pluriaggravato.

Nessun commento

Rispondi