Milano: Controlli della Polizia Ferroviaria nella settimana dal 25 al 31 marzo...

Milano: Controlli della Polizia Ferroviaria nella settimana dal 25 al 31 marzo 2019

4.019 le persone identificate, di queste, 1.294 gli stranieri, di cui 15 irregolari. 35 le contravvenzioni elevate, di cui 17 ai sensi del d.p.r. 753/80, 7 gli arrestati, 59 le denunce in stato di libertà, 15 i veicoli controllati, 600 le pattuglie in stazione, 686 i treni scortati ad opera degli Agenti della Polizia Ferroviaria della Lombardia.

Pubblicità

Gli agenti della Polfer, impiegati in pattuglie sia in uniforme che in borghese, vigilano per prevenire e reprimere reati ai danni dei viaggiatori.

3 gli arresti per furto in flagranza eseguiti dalla Squadra di P.G. della Polizia Ferroviaria nella stazione di Milano Centrale.

Il 25 marzo u.s., una delle pattuglie in borghese ha notato due stranieri, apparentemente estranei tra loro che hanno affiancato dei passeggeri in transito, scambiandosi continui cenni d’intesa. Uno dei due si è posto alle spalle di una donna e, al cenno dell’altro, le ha infilato una mano nella tasca del giubbotto estraendone un telefono cellulare, per poi allontanarsi di corsa. I due, sono stati subito bloccati dagli agenti. Il ladro, un senegalese di anni 31, è stato arrestato mentre il complice, un cittadino del Gambia di anni 20, con funzione di “palo”, è stato denunciato in stato di libertà. La refurtiva, è stata consegnata alla vittima che ancora non si era accorta di nulla.

Nella mattinata del 30 marzo u.s., un giovane cittadino del Marocco, appena maggiorenne, ha attirato l’attenzione degli agenti della P.G. davanti la stazione di Milano Centrale. Il giovane, insieme ad un altro straniero palesemente attento a segnalare forze di polizia presenti nella zona, al cenno di quest’ultimo, si è avvicinato con fare guardingo ad un uomo intento a caricare i propri bagagli su un taxi, afferrando improvvisamente un trolley e allontanandosi rapidamente in direzione opposta a quella del complice. Subito raggiunto, il ladro è stato arrestato ed il trolley restituito al legittimo proprietario, mentre l’altro giovane è riuscito a dileguarsi. 

La stessa squadra P.G., nel pomeriggio dello stesso giorno, ha notato un cittadino straniero sostare accanto ad un gruppo di turisti, intenti a parlare tra loro ed incuranti dei propri bagagli. Lo straniero, dopo un accurato sguardo di controllo intorno a se, ha afferrato uno zaino allontanandosi precipitosamente, venendo subito bloccato dagli agenti. Il cittadino algerino di anni 34 è stato così arrestato.

Agenti della Polfer di Milano-Lambrate, il 26 marzo, nel corso dei numerosi e frequenti controlli presso la nota stazione di Rogoredo, hanno arrestato un italiano di 34 anni, per espiare una pena di mesi 8 e gg.28 di reclusione.

Agenti della Squadra di P.G. della Polfer, il 28 marzo scorso, durante uno dei servizi disposti per la prevenzione e repressione di reati all’interno della stazione di Milano Centrale, hanno notato un giovane straniero che, alla vista di una delle pattuglie della Polfer in uniforme, ha bruscamente cambiato direzione, fermandosi poco dopo a parlare con altri stranieri. Fermato per un controllo, il giovane, un nigeriano di anni 22, è stato trovato in possesso di 12 involucri contenenti marijuana per un totale di gr. 172,00 e di 180,00 euro in banconote di piccolo taglio, il tutto sequestrato. Il ragazzo è stato arrestato per spaccio di stupefacenti.

Nella serata del 31 marzo u.s., durante uno dei controlli presso la stazione di Milano Cadorna, gli agenti della Polfer di Milano-Bovisa sono stati allertati da alcuni viaggiatori per la presenza di un uomo che, poco prima, aveva spintonato una donna con un bambino senza alcun motivo. Subito individuato, l’uomo ha mostrato segni di insofferenza e di ostilità nei confronti degli agenti, rifiutando di farsi identificare. Nel frattempo, gli agenti sono stati informati dalla sala operativa della Polfer della presenza di un uomo armato di coltello nella medesima stazione di Bovisa, la cui descrizione corrispondeva perfettamente all’uomo appena fermato. Nonostante la violenta resistenza opposta, l’uomo, un italiano di 48 anni con vari precedenti, è stato identificato e trovato in possesso di oggetti atti ad offendere, quali 4 giraviti, un coltello a serramanico, 2 coltelli multiuso, per il cui porto è stato denunciato ai sensi dell’art. 4 della L.110/75, ed arrestato per resistenza a P.U. 

Nessun commento

Rispondi