“La famiglia in scena”, tra rappresentazione teatrale e realtà

“La famiglia in scena”, tra rappresentazione teatrale e realtà

0

L’iniziativa alle 17 in Sala Alessi in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano

Pubblicità

Domani, martedì 2 aprile, alle ore 17 in Sala Alessi a Palazzo Marino il Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé, la vice presidente Beatrice Uguccioni e l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno parteciperanno all’incontro “La Famiglia in scena”, un’iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale con il Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Università degli Studi di Milano.

“Un momento di confronto e una prospettiva diversa dalla quale ragionare sull’evoluzione della famiglia – commenta il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé -, in un periodo in cui in molti si interrogano, anche rispolverando concetti antichi, sul ruolo che debba avere nella società”.

“Una interessante occasione – aggiunge l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno – per parlare di un tema importante attraverso la sua rappresentazione nella storia del teatro e della creatività moderna”.

Schermata-2019-04-01-alle-15.38.33 "La famiglia in scena", tra rappresentazione teatrale e realtà Costume e Società

“Milano, 1959. Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC). Va in scena ‘The Family of Man’, la mostra curata da Edward Steichen, direttore del dipartimento fotografico del MoMA, che, presentata per la prima volta nel 1955 a New York, dopo un tour in più di 150 musei del mondo, è allestita permanentemente dal 1994 al Castello di Clervaux (Lussemburgo). Lamberto Vitali – dichiara Beatrice Uguccioni, vicepresidente del Consiglio Comunale di Milano – coglie con questa sua evocativa immagine che accompagna il nostro convegno (grazie alla concessione del Professor Enrico Vitali, erede del Fondo Lamberto Vitali Fotografo e del Civico Archivio Fotografico del Comune di Milano) un momento del giorno dell’inaugurazione milanese. In un gioco di specchi e rimandi ci restituisce gli sguardi di una famiglia di spettatori che guardano alla più grande e unica “famiglia mondiale” che l’esposizione originaria voleva raccontare. Un bellissimo scatto, elegante, sorprendente ed emozionante che narra altresì, 60 anni dopo, l’idea di fondo della nostra iniziativa”.

 “Il tema dei rapporti familiari attraversa tutta la storia del teatro, ma diviene elemento centrale di riflessione a partire dalla nascita del dramma borghese, la cui ambientazione tipica è quella del salotto, stanza in cui la famiglia si apre alle relazioni esterne. L’incontro si propone di ripercorrere le declinazioni fondamentali della tematica nella drammaturgia italiana ed europea tra fine Ottocento e mondo contemporaneo, mostrando come il teatro sia lo specchio – al contempo critico e fedele – dell’evoluzione dei rapporti familiari e sociali”, affermano Alberto Bentoglio, Direttore del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali e Docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo e Mariagabriella Cambiaghi, Docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo – Università degli Studi di Milano.

Nessun commento

Rispondi