Milano: borseggiatore arrestato in stazione dalla Polizia di Stato

Milano: borseggiatore arrestato in stazione dalla Polizia di Stato

Ieri, le pattuglie della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer, in abiti civili, insieme alle pattuglie in uniforme sempre della Polfer, come di consueto, sono state impiegate all’interno dell’affollata stazione di Milano Centrale, allo scopo di prevenire e reprimere eventuali reati ai danni dei viaggiatori.

Pubblicità

Gli agenti della P.G. hanno visto due cittadini stranieri che, a breve distanza l’uno dall’altro, si sono scambiati diversi cenni d’intesa, pur essendo apparentemente estranei tra di loro. Improvvisamente, dopo l’ennesimo cenno, uno di loro si è accodato ad una donna sul tapis roulant e, mentre l’altro li ha seguiti a breve distanza guardandosi intorno alla ricerca di eventuali forze dell’ordine, il primo ha infilato una mano nella tasca del giubbotto della donna, estraendone un telefono cellulare, per poi allontanarsi subito verso l’uscita dalla stazione insieme al complice.

Gli agenti, che hanno osservato tutta la scena, già posizionati, sono quindi intervenuti per bloccare l’uomo, ancora con la refurtiva in mano. La vittima, ancora ignara, è stata quindi avvisata del furto appena subito e, compiaciuta, è tornata in possesso del proprio telefono. L’uomo, un senegalese di anni 31, con numerosi precedenti penali e di polizia, è stato perciò arrestato per furto pluriaggravato, mentre il complice, un cittadino del Gambia di anni 20, con il ruolo di “palo”, è stato invece denunciato in stato di libertà.

Nessun commento

Rispondi