Milano è Memoria: “Lo sbandamento e la nascita del Fascismo”

Milano è Memoria: “Lo sbandamento e la nascita del Fascismo”

SABATO L’INCONTRO IN PIAZZA SAN SEPOLCRO

Pubblicità

Università e Comune insieme dalle 15:30. Interventi dei docenti, letture di documenti storici e una mostra sulla nascita dei primi fasci di combattimento

Comune e Università si ritroveranno in piazza San Sepolcro per l’incontro “Milano 1919: il tempo dello sbandamento e la nascita del Fascismo”: interventi di studiosi, letture di documenti storici e l’anteprima della mostra dal “23 marzo 1919” sulla nascita dei fasci di combattimenti, curata dal Master in public history del Dipartimento di studi storici dell’Università degli Studi di Milano e dalla Fondazione Feltrinelli, visitabile nella corte storica del Commissariato di San Sepolcro, tra le 15:00 e le 17:30 e da lunedì 24 marzo nel cortile di Palazzo Marino.

40469413083_ea7c59321b_z Milano è Memoria: "Lo sbandamento e la nascita del Fascismo" Costume e Società Cultura


L’iniziativa fa parte del programma di Milano è Memoria, la piattaforma sulla memoria del Comune di Milano, e rientra nel ciclo di incontri organizzato con la presidenza del Consiglio comunale in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, l’Istituto nazionale “Ferruccio Parri”, la Fondazione Isec, l’Istituto lombardo di storia contemporanea, la Fondazione Milano e la Fondazione Anna Kuliscioff.


“È importante che le istituzioni cittadine si ritrovino per l’analisi di un momento storico decisivo, anche se in negativo, per il nostro Paese – dichiara il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé, che sabato aprirà gli interventi con i saluti istituzionali -. Per questo abbiamo voluto lavorare ad un ciclo di eventi sulla nascita del fascismo chiedendo la collaborazione dell’Università e di importanti studiosi di quel periodo.

Sottrarre la ricostruzione storica all’analisi scientifica e magari esporla alle possibili riletture strumentali o alle rievocazioni di qualche nostalgico è sempre un errore. La comprensione del passato rimane fondamentale per la lettura del presente”.
All’incontro saranno presenti anche la vicesindaco del Comune di Milano Anna Scavuzzo, Antonio De Francesco, direttore del Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano, Marilena Adamo Presidente Fondazione Milano e Paolo Pezzino Presidente dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri.


Su “La fondazione dei Fasci di combattimento” interverranno Emilio Gentile Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, Ivano Granata Università degli Studi di Milano Mimmo Franzinelli della Fondazione Isec.
La lettura dei documenti storici sarà affidata a Cecilia Campani e Giovanni Longhi, diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.

Nessun commento

Rispondi