Milano: nelle stazioni ancora controlli straordinari da parte della Polizia di Stato

Milano: nelle stazioni ancora controlli straordinari da parte della Polizia di Stato

Ieri, presso la Stazione ferroviaria di Milano Centrale, il Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Lombardia ha messo in campo  agenti per una giornata di controlli straordinari all’interno dello scalo ferroviario più rilevante della Lombardia. Questi sono i risultati: 37 poliziotti impiegati, 353 persone identificate di cui 210 italiani, 32 cittadini comunitari e 111 stranieri, 3 in totale gli arrestati.

Pubblicità

In particolare, due cittadini marocchini, rispettivamente di 26 e 18 anni, si sono resi responsabili del reato di furto di uno zaino di proprietà di un viaggiatore.

I due stranieri hanno intercettato la vittima già dall’interno della Stazione Centrale di Milano. Questa, con al seguito un grosso zaino, si è diretta verso le panchine nel parco adiacente lo scalo. Ha appoggiato lo zaino accanto a lui per riposare prima di ripartire; i due giovani hanno immediatamente approfittato dell’attimo di distrazione per prendere lo zaino e scappare. La pattuglia della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer di Milano, impegnata nel servizio antiborseggio in borghese, stava seguendo i ragazzi ben prima che commettessero il furto. Era stata attratta dal loro eccessivo interesse verso alcuni bagagli dei viaggiatori in transito. Fermati e condotti in Ufficio, sono stati arrestati per il reato di furto aggravato in concorso.

Per di più lo straniero appena maggiorenne, solo il giorno precedente, era stato denunciato dai poliziotti Polfer del Settore Operativo di Milano Centrale, per il furto aggravato di due felpe dal negozio Nike sito al piano seminterrato della Stazione Centrale.

Il terzo arresto è stato effettuato nei confronti di un cittadino ventiduenne, originario dello Sri Lanka, per il reato di rapina impropria.

Anche quest’ultimo ha cercato di commettere un furto nello stesso negozio. Approfittando di un momento in cui la commessa presente in negozio era di spalle, lo straniero è entrato nella vetrina, ha sottratto un paio di scarpe e si è dato alla fuga. La commessa ha dato subito l’allarme e la pattuglia Polfer è riuscita a bloccarlo poco dopo, con ancora le scarpe in mano.

Nessun commento

Rispondi