Amazon e Drivers: commento dell’On. Quartapelle

Amazon e Drivers: commento dell’On. Quartapelle

0

QUARTAPELLE (PD) – IL GOVERNO SI DIA UNA MOSSA PER IL RISPETTO DEI CONTRATTI TRA AMAZON E DRIVERS

Pubblicità

“Carichi di lavoro ingestibili e irregolarità delle buste paga sono soltanto alcuni dei motivi che hanno spinto i drivers lombardi di Amazon a scioperare oggi, e a loro va tutta la mia solidarietà”. Afferma così la deputata PD Lia Quartapelle in merito alla manifestazione tenutasi a Milano in Piazza XXV Aprile. “Milano è una città sempre più orientata alla digitalizzazione dei processi e delle pratiche, per migliorare la vita dei cittadini e permettere loro di utilizzare i servizi online risparmiando tempo e denaro. Questi miglioramenti di cui beneficiano i consumatori non devono però essere pagati dai lavoratori. I lavoratori che oggi hanno scioperato denunciano ritmi di consegna frenetici, circa 3 minuti a consegna. Questo li porta a rischiare multe, che gli vengono scalate dalla busta paga, e incidenti stradali, con orari di lavoro che superano quanto stabilito a livello contrattuale. Un sovraccarico che mette a rischio la sicurezza dei lavoratori e la qualità del servizio offerto. Per questo ho presentato un interrogazione per chiedere al governo di non farsi spaventare da Amazon e di verificare il rispetto degli accordi e delle regole contrattuali, vigilando sull’attuazione di un piano concreto sul carico di lavoro e sulle assunzioni per redistribuire le consegne.  Appena diventato ministro, Di Maio si è fatto bello con dichiarazioni sui riders a cui è seguito poco o nulla. Ascoltando i lavoratori in piazza oggi ci si accorge di quanto il governo in questi mesi si sia riempito la bocca di parole ma nella pratica sia stato lontano anni luce da iniziative concrete per far valere i diritti dei lavoratori impiegati da una grande multinazionale come Amazon”.

Nessun commento

Rispondi