Violenza sessuale sulla 63. Indiano finisce in manette

Violenza sessuale sulla 63. Indiano finisce in manette

violenza-324x216 Violenza sessuale sulla 63. Indiano finisce in manette Cronaca Milano Prima Pagina   Ieri pomeriggio intorno alle 14 un indiano di 23 anni, senza fissa dimora e clandestino, con nunerosi precedenti per reati di diveri tipi, è salito sull’ autobus 63 alla fermata di via Bisceglie. Si è seduto vicino ad una ragazza di 17 anni.Poi ha iniziato ad importunarla xercando di vedere cosa guardava sul telefono cellulare,cercando il contatto fisico, poi si è slacciato i pantaloni e la ha invitata a guardare. Infine ha tentato di abbracciarla, palpeggiandola.

Pubblicità

La ragazza ha prima tentato di ignorare le avance dell’uomo, ma quando lui si è fatto più insistente si è messo ad urlare. I passeggeri,soprattutto una signora, sono intervenuti a difendere la giovane e l’autista ha chiamato le forze dell’ordine. L’autobus si è fermato in via Bagarotti angolo Forze Armate, dove una pattuglia dei carabinieri ha arrestato l’uomo. Dopo l’identificazione in caserma e l’accusa di violenza sessuale su minore, l’uomo è stato trasferito al carcere di San Vittore, in attesa di giudizio.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi