Milan: l’ha ripresa Romagnoli!

Milan: l’ha ripresa Romagnoli!

0

img_1302-324x198 Milan: l'ha ripresa Romagnoli! Calcio Sport   Milano-L’ha ripresa Romagnoli! Proprio l’esultanza che tanto ha fatto scalpore in occasione del goal di Vecino, ieri sera Romagnoli ha fatto scoppiare i tifosi rossoneri e i telecronisti del caso con un missile terra-aria mancino che ha regalato nuovamente i tre punti al suo Milan.

Pubblicità

Udinese – Milan: 0-1
(Romagnoli 90’+7)

La gara

Una vittoria sofferta e conquistata col sudore della fronte, questa la gara che Gattuso aveva presentato in conferenza stampa ventiquattro ore prima del fischio di inizio e così il Milan ha deciso di portarla a casa. Il goal di Romagnoli, secondo consecutivo segnato nei minuti di recupero del capitano, è il coronamento di una prestazione di sacrificio da parte di tutti i giocatori, proprio come richiesto dal tecnico rossonero alla vigilia. Il primo tempo, complice l’infortunio di Higuain, ha visto l’Udinese mettere in apprensione la retroguardia rossonera, senza però arrivare mai davvero ad essere pericolosa. Nella ripresa è però salito in cattedra il cuore e la più alta tecnica dei ragazzi di Gattuso e ai continui tentativi portati da Castillejo e Suso verso la porta di Musso, si è aggiunto Cutrone che, proprio allo scadere, scodella un pallone centrale sul quale Suso e Romagnoli si avventano scaraventandolo alle spalle del portiere dell’Udinese.

L’esultanza

Bandierina alzata nel dubbio che l’azione fosse viziata dal fuorigioco iniziale di Cutrone: punto interrogativo a cui il Var ha prontamente risposto evitando al guardalinee il linciaggio da parte di un indemoniato Gattuso, mai visto esultare così per una vittoria. La squadra, dopo la convalida, si è accartocciata sul proprio capitano, eroe dell’ultimo minuto in due occasioni consecutive, circondandolo e aggrappandosi a lui. Dopo l’anno di apprendistato al fianco di Bonucci, Alessio Romagnoli è ora il vero capitano di un Milan che vuole rinascere e che con questi nove punti in tre gare si candida prepotentemente ad un posto in Champions League.

Classifica aggiornata

Ventuno goal fatti e quattordici subiti, ventun punti in undici gare e quarto posto in compartecipazione con la Lazio (differenza reti che premia il Milan) che da ai rossoneri una spinta ulteriore per proseguire su questa strada. Dopo la gara col Betis in Spagna di giovedì, i rossoneri affronteranno la Juventus prima in classifica e lanciatissima verso la conferma delle proprie ambizioni Europee: una partita a sé stante, quasi come un derby, dove la voglia di rivalsa di Higuaìn e la forza del gruppo rossonero dovrà uscire per tutti i novanta minuti, a prescindere dal risultato. Terminati quei novanta minuti liberi tutti verso le proprie nazionali, prima dello scontro diretto al sapore di Champions contro la Lazio (25 novembre), le due gare di Europa League contro Dudelange (29-11) e Olympiacos (13-12) e la sfide a Parma (2-12), Torino (9-12) e Bologna (18-12) che porteranno alle feste di natale e alle gare contro Fiorentina (22-12), Frosinone (26-12) e Spal (29-12) senza un attimo di respiro fino alla sosta di due settimane. Un calendario fitto che dirà molto sulle ambizioni rossonere, con la volontà di arrivare al giro di boa del campionato in zona Champions.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi