Infermeria rossonera: i tempi di recupero di Caldara e Conti

Infermeria rossonera: i tempi di recupero di Caldara e Conti

0

1569b7d3-1a0d-4168-b78b-29e625ca5999-324x324 Infermeria rossonera: i tempi di recupero di Caldara e Conti Calcio Sport   Milano– Una buona e una cattiva notizia si profilano all’alba della nuova settimana per la Milano rossonera. Prima la buona o la cattiva?

Prima la cattiva

Pubblicità

Quella pessima, riportata al termine della gara di San Siro contro la Sampdoria da parte di Gattuso, ci parla di un Mattia Caldara ancora molto lontano dal possibile rientro. Il centrale ex Atalanta e Juventus lo scorso anno ha saltato gran parte della stagione per un problema alla schiena divenuto cronico e, dopo il trasferimento al Milan, il suo score di presenze è ancora fermo a uno, quella gara di Europa League con il Dudelange del settembre scorso.
Caldara lo perderemo per un paio di mesi, ha avuto un problema al gemello mediale, è una stagione maledetta.” Questo il referto riportato da Gattuso: una condanna per il centrale rossonero che rivedrà il campo non prima di Natale.

Ora quella buona

L’ottima notizia è invece il ritorno tra i convocati di Andrea Conti. L’ultima volta fu il 18 marzo scorso, ieri, sette mesi dopo l’ultima volta, Andrea Conti è tornato a sedersi sulla panchina rossonera pronto a mettere del suo nella stagione del Milan. Venerdì sarà regolarmente in campo con la Primavera e da l’, assicurano dalle parti di Milanello, inizierà la scalata verso una maglia da titolare, quella maglia promessa una stagione fa e raggiunta solo poche volte prima della doppia rottura. Inizia un percorso nuovo dopo aver visto la luce in fondo al tunnel degli infortuni e il Milan non vede l’ora di riavere in campo il suo treno col numero dodici.

Il resto dell’infermeria

Bonaventura ha un’infiammazione al ginocchio, speriamo di recuperarlo per il Genoa. Calhanoglu sta meglio, ci ha dato grane disponibilità, ma è un momento in cui dobbiamo fare affidamento su chi sta meglio.” Parole chiare per Rino Gattuso nel post partita di ieri sera, la mancata convocazione di Bonavenutra dovuta a un problema al ginocchio e i pochi minuti concessi a Calhangolu spiegati con una condizione non ottimale. Ha tre giorni per preparare il Genoa e altri tre per occuparsi dell’Udinese, poi sarà Europa League e big match con la Juventus. Gattuso avrà il suo bel da fare.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi