Zuffa da strada con odio razziale. 3 ubriachi contro i carabinieri

Zuffa da strada con odio razziale. 3 ubriachi contro i carabinieri

carabinieri-324x216 Zuffa da strada con odio razziale. 3 ubriachi contro i carabinieri Cronaca Milano Prima Pagina   Alle 20. 30 di ieri, in Viale Suzzani, una pattuglia della radiomobile dei carabinieri ha visto due giovani, un italiano e un egiziano, che stavano picchiandosi ferocemente sul marciapiede. Si sono fermati per tentare di dividerli e per comprendere i motivi della zuffa quando i due, ubriachi persi, si sono lanciati sui carabinieri.

Pubblicità

Con l’aiuto dell’equipaggio di altre due radiomobili chiamate in rinforzo, alla fine i due sono tornati a più miti consigli. Si è quindi compreso che l’oggetto del contendere era il portafoglio di uno dei due. Era stato ritrovato in possesso dell’altro.

Intorno alla coppia che ha creato la zuffa si era formato un capannello di curiosi da cui, mentre i carabinieri procedevano alla compilazione dei verbali, è saltata fuori una ragazza, poi risultata essere la fidanzata dell’egiziano. Anche lei era completamente ubriaca. Si è lanciata sull’egiziano gridando: “pezzo di merda. Negro del cazzo”. La zuffa è quindi ricominciata e anche la ragazza ha tentato di colpire i carabinieri che cercavano di fermarla.

La situazione si è risolta con l’arrivo dei rinforzi di un’altra radiomobile. Una volta contenuti dai numerosi carabinieri presenti, i tre ubriachi sono stati denunciati per ingiurie e resistenza a pubblico ufficiale. Per la ragazza si è aggiunta anche una denuncia per ingiurie aggravate da odio razziale.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi