Tutti uniti per Genova: gli azzurri di scena al Ferraris

Tutti uniti per Genova: gli azzurri di scena al Ferraris

img_0259-324x160 Tutti uniti per Genova: gli azzurri di scena al Ferraris Calcio Costume e Società Sport   Milano-43 morti e 566 sfollati. Questo il bilancio di quel tragico 14 agosto in cui il ponte Morandi che collegava il centro levante di Genova e le aree industriali della città, è crollato. Questa sera la Nazionale giocherà a Genova e ciò che si ricaverà in beneficenza andrà agli orfani delle vittime del ponte. Un primo passo per aiutare Genova e i suoi cittadini.

I protagonisti

Pubblicità

Queste le dichiarazioni del Sindaco Bucci, intervistato nel corso della presentazione del match di questa sera:
La beneficenza andrà a favore degli orfani delle vittime del Ponte Morandi. È un grande segnale per la nostra città e voglio dire al mister welcome back.”
Per tutta risposta il CT Mancini ha voluto commentare:
Mi fa molto piacere essere qui per questo evento e mi fa piacere essere CT in questa situazione visto il legame che ho con Genova per i tanti anni vissuti qui. Sono dispiaciuto per quanto accaduto e per quel che comporterà in futuro, ma spero che siano due giorni di festa per far svagare chi ha subìto questo problema. Penso che vedere mercoledì prossimo (oggi n.d.r.) la nazionale a Genova sia molto importante e spero che sia un po’ di gioia.
Ma i veri protagonisti saranno gli studenti sfollati che, nel corso della serata, potranno accedere alla zona rossa e incontrare la nazionale. Un modo per passare una serata di calcio e sport e lasciare da parte, per qualche ora, le conseguenze dell’immane tragedia.

Borse di studio

Il direttore generale della FIGC Uva ha poi descritto le intenzioni della Federazione in merito ai nove studenti rimasti orfani: “Abbiamo deciso di usare i fondi FIGC per istituire delle borse di studio per i ragazzi rimasti orfani dopo il crollo del ponte. Giocheremo con una maglia speciale e al minuto 43 la gara si fermerà per un momento collettivo di riflessione.” Queste le intenzioni della FIGC, che questa sera cercherà di stare al fianco di Genova e della sua popolazione il più possibile.

Calcio giocato

Dopo l’ultimo allenamento della Nazionale a cui hanno assistito 100 ragazzi provenienti dalle scuole coinvolte nel crollo, Mancini per questa sera pare aver scelto un tridente leggero senza attaccanti veri e propri dove Bernardeschi dovrebbe essere il riferimento centrale con Chiesa e Insigne ai suoi lati. Dietro, la difesa a quattro disegnata per l’occasione vedrà Criscito, capitano del Genoa, fare gli onori di casa sulla corsia mancina mentre a centrocampo Verratti, Jorginho e Barella dovrebbero essere i tre prescelti dal CT.

Gli avversari

Cinque vittorie e due pareggi lo score collezionato dall’Ucraina sotto la gestione dell’ex attaccante del Milan Andry Shevchencko, un anno di imbattibilità per una squadra sempre più in crescita grazie al suo allenatore e a talenti cristallini come Konoplyanka, mattatori delle ultime uscite. Nei sette precedenti tra le due squadre l’italia è uscita imbattuta con sole due reti concesse all’attacco gialloblù, una motivazione ulteriore per continuare una striscia positiva anche al Ferraris.

Probabili formazioni

ITALIA (4-3-3):
Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Criscito; Verratti, Jorginho, Barella; Chiesa, Bernardeschi, Insigne.
CT: Mancini

UCRAINA (4-2-3-1):
Pyatov; Karavaev, Kryvtsov, Rakitskiy, Matvienko; Stepanenko, Malinowski; Yarmolenko, Marlos, Konoplyanka; Yaremchuk.
CT: Shevchenko

 

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi