Milan: è fatta per Paquetà?

Milan: è fatta per Paquetà?

img_0246-324x374 Milan: è fatta per Paquetà? Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Sembra fatta, almeno per le fonti Brasiliane di Globo Esporte, per Lucas Paquetà al Milan. Un colpo da 35 milioni più bonus che Leonardo ha orchestrato con la collaborazione di Kakà, per l’arrivo di un trequartista con un futuro roseo tra le proprie aspettative.

Classe e qualità

Pubblicità

Leonardo avrebbe messo se stesso in prima linea per concludere questa trattativa, entrata nel vivo nelle ultime settimane dopo mesi di corteggiamento serrato, superando la concorrenza di PSG e Barcellona, le quali hanno la Champions League come solido alleato per convincere il ragazzo classe ’97. In questa stagione il possibile nuovo acquisto rossonero ha finora totalizzato 9 goal e 4 assist collezionando 31 presenze con il Flamengo, che con la sua cessione monetizza da un prodotto del proprio vivaio. Un metro e ottanta e un contratto in scadenza nel 2020, Lucas Paquetà ricoprirebbe un ruolo chiave nello scacchiere tattico di Gattuso, andando a coprire quella casella del centrocampista – trequartista che manca al Milan per fare il definitivo salto di qualità. Qualora la trattativa venisse confermata dalle parti in causa si tratterebbe di un vero e proprio colpo da parte di Leonardo, che a Gennaio porterebbe in casa Milan uno dei maggiori talenti del panorama calcistico brasiliano.

La trattativa

35 milioni più bonus dicevamo, con il DS del Flamengo Bruno Spindel a Milano per concludere la trattativa. Anticipare PSG e Barcellona per far approdare a Milanello il giovane trequartista con la promessa di diventare cardine del gioco di Gattuso, sia come riferimento centrale dietro la prima punta che come esterno d’attacco nel tridente attuale. La crescita del Milan passa anche dalla concorrenza e Paquetà sarà la prima spina inserita da Leonardo per accrescere la qualità della rosa e far fare quel salto di qualità mentale e tecnico necessario per far parte di un Milan vincente in Europa.

Pellegatti

Suadenti per il tifoso rossonero le parole di Pellegatti su Paquetà, paragonato a Kakà per il tipo di gioco praticato:
“Ho visto giocare Paquetá nella partita tra Corinthians e Flamengo, con la vittoria dei rossoneri con doppietta proprio di Paquetá. Volevo capirne le qualità e adesso ne so qualcosa in più. Mi ricorda Ricardo Kakà più che Alexandre Pato, è un giocatore moderno, distribuisce subito il pallone, ama i dribbling brasiliani e l’estetica del gioco. E’ stato schierato nel 4-2-3-1, lui nei tre era quello dietro la prima punta. Nel Milan di oggi lo metterei certamente nella posizione occupata da Hakan Çalhanoglu, nel 4-2-3-1 potrebbe giocare con Jesús Suso e Hakan Çalhanoglu dietro la punta. E’ un giocatore senza fronzoli, dal passaggio rapido. All’ultimo minuto della partita ho visto la sua corsa di 60/70 metri per cercare di andare ad intercettare il pallone, una velocità impressionante da centometrista. E’ un giocatore da San Siro, un giocatore che ama il passaggio rapido e gli inserimenti rapidi.”

Conferme e smentite

Ora si aspetta la conferma ufficiale a una trattativa che sposterebbe potenzialmente gli equilibri qualitativi di una rosa come quella a disposizione di Gattuso, con un ragazzo classe ’97 pronto ad esplodere nel palcoscenico europeo.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi