16 anni, aggredita da equadoregno: “fammi scopare”. Lei lo colpisce con la...

16 anni, aggredita da equadoregno: “fammi scopare”. Lei lo colpisce con la cartella

violenza-324x216 16 anni, aggredita da equadoregno: "fammi scopare". Lei lo colpisce con la cartella Cronaca Milano Prima Pagina   Ieri mattina, intorno alle 9, un uomo che aveva appena portato i suoi figli a scuola ha notato, sul marciapiedi nella zona di via Murillo – piazza Zavattari, una ragazzina piangente. Si è fermato a vedere cosa era successo. La ragazzina, 16 anni appena, ha raccontato di essere stata aggredita da un sud americano che l’aveva presa per un braccio e che le aveva apostrofata in modo volgare, pretendendo delle prestazioni sessuali. “Fammi scopare,” le aveva detto. Lei si è difesa immediatamente, colpendolo con la cartelletta contenente righe e squadre per il disegno. L’uomo quindi è scappato, ma la ragazzina era visibilmente sottochoc. Non aveva ancora chiamato aiuto perchè temeva di perdere la giornata di scuola.

Pubblicità

Il suo soccorritore ha quindi chiamato il 112, dando le indicazioni, e si offerto di portare la bambina alla vicina scuola.  Intanto che percorrevano la strada, la giovane vittima ha riconosciuto il suo aggressore che camminava lungo il marciapiedi. Immediatamente avvisati del riconoscimento, i carabinieri sono arrivati sul posto e lo hanno arrestato. Si tratta di un equadregno di 51 anni, incensurato e senza precedenti. Ha negato l’accaduto. Intanto sono arrivati a scuola anche i genitori della giovane, che è stata portata all’ospedale per una visita. E’ stata dimessa dopo qualche ora con la diagnosi di grave choc psicofisico dovuto all’aggressione. L’uomo è stato invece denunciato, a piede libero, per violenza sessuale.

Nessun commento

Rispondi