Parco Vettabbia. Ecco chi inquina veramente Milano

Parco Vettabbia. Ecco chi inquina veramente Milano

vettabbia-324x243 Parco Vettabbia. Ecco chi inquina veramente Milano Cronaca Milano Prima Pagina   Nella foto un incendio al parco Vettabbia. Gli abitanti nel campo rom abusivo nel parco Vettabbia hanno dato fuoco ieri ai loro rifiuti e ai resti delle loro incursioni. Nel fosso alle spalle del rogo, una risorgiva naturale, sono stati accumulati i rifiuti per alimentare il fuoco nei prossimi giorni. Mentre imperversa la discussione sulla chiusura di Milano alle automobili Euro 4 e euro 3 diesel, accusate di essere la causa dell’inquinamento dell’aria e della presenza delle polveri sottili, intanto che si discuse sulla tradizione dei falò di sant Antonio, si è scoperto chi inquina realmente Milano.

Pubblicità

Dopo i due incendi di rifiuti indifferenziati prodotti dal campo nomadi di via Bonfadini ora i residenti della zona del parco Vettabbia assistono alla preparazione del prossimo incidente. I fatti sono stati più volte segnalati al Comune di Milano. “Non capiamo perchè non si intervenga. È chiaro che quel rogo è pericoloso e che è utilizzato per far sparire le prove delle malefatte. In quel fosso c’è di tutto. Borse, borsette, biciclette e gomme oltre a legna di ogni tipo. Se il diesel inquina, ma è chiaro che da questi roghi nel fumo si alza ogni tipo di sostanza”. La sensazione dei residenti è che esistano, a Milano, due legalità. Una dura, esigente e molto efficente destinata alla gente normale, e una molto tollerante, molle e buonista applicata agli abusivi. Che cosa risponderà l’aministrazione comunale?

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi