Conferenza Gattuso: bisogno di compattezza, Milan pronto al salto di qualità

Conferenza Gattuso: bisogno di compattezza, Milan pronto al salto di qualità

0

img_0093-324x313 Conferenza Gattuso: bisogno di compattezza, Milan pronto al salto di qualità Calcio Sport   Milano-Giornata di vigilia e di parole quella che si sta vivendo tra gli spazi rossoneri di Milanello. Gattuso e Bonventura hanno presentato il match di domani contro i greci dell’Olympiacos parlando della vittoria contro il Sassuolo e di come il Milan abbia bisogno di consapevolezza.

Gattuso e la compattezza

Pubblicità

So che abbiamo bisogno di compattezza, che dobbiamo giocare nei quaranta metri perché p lì che sappiamo giocare. Quando il campo si allunga andiamo in difficoltà e dobbiamo migliorare in questo. Se il Sassuolo può essere la svolta? l’Ho sentito dire da tanti dopo la partita, io credo ci voglia continuità e compattezza, dobbiamo migliorare in tante cose ma la vittoria di domenica può essere un buon punto di partenza.”

Higuain e Cutrone

Gli attaccanti non stano vivendo un periodo positivo a livello di infortuni, contro il Sassuolo gattuso ha dovuto addiritutra schierare Castillejo come falso nueve, ma il rientro delle punte è più vicino:
Higuain-centrici? Si e no. Sicuramente è meglio se lui c’è, lo abbiamo preso proprio perché fa la differenza, altrimenti non l’avremmo preso. Il suo rientro è vicino, già domani potrebbe essere titolare. Cutrone non è al cento per cento e dunque dobbiamo valutare tante cose, sicuramente è ammirato dai compagni perché sta lavorando anche nei giorni di riposo e col Sassuolo è entrato bene. Mi aspetto tanto da lui. Castillejo? Ha qualità e velocità che ci torneranno utili ma non farà più la prima punta se non in emergenza.

L’Olympiacos

Breve focus sull’avversario di domani, quell’Olympiacos che in casa gioca all’Olympic Stadium di Atene, luogo della settima affermazione continentale del Milan: “L’Olympiacos è una squadra che gioca all’attacco con un 4-2-3-1 che può agevolmente trasformarsi in 4-2-4. Hanno giocatori abituati alle competizioni europee e hanno mentalità vincente. per questo ci sarà un leggero cambiamento rispetto a domenica, ma nulla di stravolgente.”

Bonaventura: un soldato per Gattuso

Jack, seduto affianco al suo allenatore, sa di vivere uno degli snodi fondamentali della sua carriera: il Milan sta cercando di decollare di nuovo e lui potrebbe essere uno degli artefici del volo rossonero. Una squadra blasonata come il diavolo necessita di giocatori che si sappiano assumere le responsabilità e da quando è arrivato Gattuso Bonaventura è sembrato capire quale debba essere il suo ruolo nella squadra rossonera. Oggi presenta la sfida ai greci, con vista Champions: “Da quando è arrivato Gattuso qui c’è molto più entusiasmo e credo che questa sia la squadra più forte degli ultimi anni. Il mio ruolo? Mezz’ala, con il mister riempio l’area e ormai ho imparato a conoscere le traiettorie dei cross dei miei compagni. Per il rinnovo parlerò a tempo debito con la società, ora ci dobbiamo concentrare sul campo e continuare a portare a casa risultati importanti.”

La Gara

Domani sera il Milan affronterà l’Olympiacos a San Siro on fischio di inizio alle 18:55, prima fascia oraria delle competizioni europee di quest’anno dopo la vittoria di misura ottenuta in Lussemburgo. La missione è vincere e continuare lo stato di forma messo in mostra con il Sassuolo, ottenere il primo posto nel girone dopo due gare e portarsi a casa qualche certezza in più. Dopo la svolta in campionato il Milan cerca conferme in Europa, l’Olympiacos è avvisato.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi