Violenze sessuali. Altro caso a Corsico, risolto dai carabinieri

Violenze sessuali. Altro caso a Corsico, risolto dai carabinieri

20180925_121801-324x243 Violenze sessuali. Altro caso a Corsico, risolto dai carabinieri Cronaca Milano Prima Pagina   E’ stato immediatamente catturato dai carabinieri della compagnia di Corsico l’uomo che ha sequestrato e violentato una giovane 32enne marocchina a Corsico, lo scorso 19 settembre. Si tratta di Alil Mohamed, 30enne marocchino irregolare in italia da circa 4 anni.

La storia

Pubblicità

Questa brutta vicenda è stata raccontata durante una conferenza stampa questa mattina in via Moscova. Tutto ha inizio la sera del 19 settembre, quando la donna, una badante ora disoccupata, con alcune amiche si reca in una discoteca di zona Corvetto, a Milano,  insieme ad alcune amiche. Qui conosce un connazionale, che si dimostra gentile e carino, e dichiara di fare il taxista abusivo. A fine serata l’uomo dà la sua disponibilità a riaccompagnare a casa la ragazza. Carica quindi in macchina anche altri due clienti che accompagna a casa regolarmente e da cui si fa pagare, recitando bene la sua parte.

La violenza

Appena soli però l’uomo estrae un coltello con cui costringe la donna a seguirlo in un appartamento di Corsico, che occupa insieme ad altri connazionali. Caccia gli altri clandestini dall’appartamento. Questi se ne vanno lasciando la donna sola con il suo violentatore. Sempre utilizzando la minaccia del coltello l’uomo costringe la donna a spogliarsi e consuma la violenza, fra le botte,  per tutta la notte. Poi le sottrae il cellulare, la chiude in bagno ed esce di casa. Una volta sola, la donna è riuscita ad evadere dalla finestra e a calarsi di sotto. Una volta in strada, si è seduta sul marciapiede ed cominciato a piangere.

La fuga e l’arresto dell’aguzzino

E’ stata notata da alcuni passanti che hanno allertato il 118. La donna è stata accompagnata quindi alla Clinica Mangiagalli, e sono contemporaneamente sono partite le ricerche del marocchino. I carabinieri lo hanno trovato intorno alle 11, mentre camminava lungo un canale, diretto verso il Giambellino.
Alil ha tentato di mettere le mani avanti. ” ma è per la lite con la donna stanotte?”

L’arresto

La donna ha però riconosciuto il suo aggressore e lo ha denunciato, sostenuta dalla testimonianza di altri vicini che ne avevano sentite le urla e nella notte, e di chi la ha soccorsa dopo che era riuscita a sottrarsi dall’aguzzino. La poveretta è stata sequestrata dalle 4 fino alle 9 del mattino.  L’uomo è stato già arrestato e portato a san Vittore in attesa di essere giudicato per violenza sessuale e sequestro di persona.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi