L’inter primavera è ancora la squadra da battere

L’inter primavera è ancora la squadra da battere

0

img_9272-324x385 L'inter primavera è ancora la squadra da battere Calcio Sport

Milano- Mentre la prima squadra ha cominciato la stagione corrente nello stesso modo in cui aveva iniziato e concluso la precedente, ossia nella discontinuità, la primavera della squadra nerazzurra parte, come spesso gli capita ormai da diversi anni, con il favore del pronostico.

Distribuzione giovanile

Vincitrice della National Youth League, la squadra che era di Vecchi si presenta anche quest’anno come la squadra da battere, nonostante l’Atalanta abbia in serbo numerosi nazionali e la compagine nerazzurra abbia perso alcuni giocatori, per sforamento del limite di età (uno su tutti Pinamonti) ed altri ceduti ad altre squadre di categoria al fine di ottenere quelle plusvalenze necessarie in ordine all’adeguamento del bilancio nerazzurro alle regole del Fair Play finanziario.

Da Vecchi a Madonna

Quest’anno, la più grande sorpresa messa in atto dal direttore del settore giovanile Roberto Semeden, è il cambio d’allenatore.

Da Vecchi si passa ad Armando Madonna, allenatore con esperienza nelle categorie della serie b e della Lega Pro.

Ogni stagione è a se, e questo lo si comprende a qualsiasi livello, ma c’è da scommettere che a fine anno la primavera nerazzurra riuscirà a sfornare qualche altro gioiello con cui creare liquidità o addirittura da inserire in pianta stabile nella prima squadra.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi