Bonucci, Cutrone, Mancini e quella tentazione di 4-2-3-1

Bonucci, Cutrone, Mancini e quella tentazione di 4-2-3-1

0

img_9394-324x318 Bonucci, Cutrone, Mancini e quella tentazione di 4-2-3-1 Calcio Sport

Milano-Domani sera al Dall’Ara di Bologna inizia una nuova avventura che si potrebbe concludere con un trofeo internazionale, utile per far ripartire la corsa della nostra Nazionale, da troppo tempo ferma ai blocchi di partenza.

81 volte Bonucci

Pubblicità

Contro la Polonia Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini saranno titolari davanti a Gigio Donnarumma, per riformare quella coppia di centrali che in estate la Juventus ha voluto riportare vicina per puntare alla Champions League. Sarà la presenza numero 97 per Giorgio Chiellini, capitano dopo l’addio di Buffon, e la numero 81 per Bonucci che aggancia così mostri sacri come Baresi, Tardelli e Bergomi, eroi dell’82. Per Leo, 31 anni quest’anno, la sfida con la Nazionale è più che un semplice impegno: l’intenzione è quella di portare a casa almeno un trofeo internazionale e, viste le difficoltà a raggiungere la Champions League con la Juventus sempre sfuggita per poco, la Nations League e il conseguente Europeo sono due obbiettivi che questa nazionale può e deve porsi. Inizierà tutto domani, quando Bonucci raggiungerà gli eroi spagnoli e l’Italia percorrerà i primi passi della strada verso la rinascita.

Ripartenza Balotelli

Il 4-3-3 di Mancini sembrava già tutto deciso con Donnarumma a difesa dei pali, Bonucci-Chiellini centrali e Criscito e Zappacosta sulle fasce. Davanti Insigne, Bernardeschi, Balotelli, Jorginho e Pellegrini sono sicuri di un posto mentre il ballottaggio aperto è tinto di Viola; Benassi come mezz’ala al fianco di Jorginho e Pellegrini o Chiesa come esterno destro in un 4-2-3-1 d’assalto e spettacolo? Difficile saperlo oggi con almeno due prove tattiche ancora da eseguire, ma una certezza c’è e ci sarà sempre con Mancini CT: Mario Balotelli. L’attaccante del Nizza (“Meno personalità e più concretezza” secondo Prandelli) sta dimostrando di valere non solo la maglia azzurra ma anche la leadership di un attacco pesante come quello della nazionale quattro volte campione del mondo. Il feeling con Insigne è noto, ora parlerà il campo.

Probabili formazioni

ITALIA (4-3-3):
Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Chiellini, Criscito; Pellegrini, Jorginho, Barella; Bernardeschi, Balotelli, Insigne.
CT. Roberto Mancini

POLONIA (4-2-3-1):
Szczesny; Bereszynski, Glik, Bednarek, Pietrzak; Goralski, Krychowiak; Kurzawa, Zielinski, Makuszewski; Lewandowski.
CT. Jerzy Brzęczek

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi