Arrestate 4 “figlie del Vento” al lavoro e poi volate via con...

Arrestate 4 “figlie del Vento” al lavoro e poi volate via con 14mila euro

Lo scorso 20 agosto una cittadina indonesiana arrivata a Milano per fare shopping nel centro della moda è stata scippata di un portafoglio contenente 14mila euro in contanti, destinati agli acquisti. Con lei, in metropolitana, anche un’altra donna è stata vittima delle 4 “figlie del vento”, nome romantico con cui nel secolo scorso si indicavano i nomadi europei. Le 4 borseggiatrici hanno la cittadinanza bosniaca e tutte e 4 sono palesemente in attesa di un figlio. Si tratta di un gruppo palesemente organizzato con la finalità di derubare vittime prescelte.

Le figlie del vento

Pubblicità

Negli attimi prima della registrazione del video diffuso dalla Polizia di Stato, le 4 donne hanno puntato la loro vittima, avvicinandola già sui binari del treno, indicandole l’ascensore per dirigersi dall’area binari al piano terra e quindi prendere un taxi verso il proprio hotel. La vittima aveva appoggiato la borsa con il portafoglio in cui aveva riposto il denaro sui suoi voluminosi bagagli.
“E’ più facile e poi le indichiamo noi la strada per prendere il taxi”, le hanno detto.

Non conoscendo la città e i suoi pericoli, la vittima si è fidata e ha accettato l’aiuto delle 4 donne, che nell’ascensore l’accerchiano e, tra una scusa e l’altra, riescono a portarle via la borsa con il portafoglio. Intanto che ci sono riescono anche a frugare nella borsa di un’altra malcapitata che era entrata nell’ascensore con loro. Dopo la denuncia di furto alla polizia Giudiziaria, che visiona immediatamente i filmati, il 23 agosto le 4 borseggiatrici sono state identificate, sempre nella zona della Stazione Centrale e denunciate per furto aggravato in concorso.Purtroppo però per la vittima è troppo tardi. La refurtiva, i 14mila euro, ha già preso il volo.

I consigli della polizia ferroviaria

La Polizia Ferroviaria consiglia di prestare attenzione alle proprie borse, soprattutto se all’interno avete pensato di custodire oggetti di valore o ingenti somme di denaro. I luoghi molto affollati sono quelli prediletti dai malintenzionati. E’ sufficiente la distrazione di un attimo, la perdita di vista del proprio bagaglio o della propria borsa o dello zaino, anche per pochi secondi, per non trovare più quello che si era sicuri aver custodito.

Nessun commento

Rispondi