Stazione Domodossola. Tram bloccati per un’auto parcheggiata male

Stazione Domodossola. Tram bloccati per un’auto parcheggiata male

tram-vigili-domodossola-324x243 Stazione Domodossola. Tram bloccati per un'auto parcheggiata male Cronaca Milano
Foto di GIanluca Preti

Martedì 7 agosto, sono le otto di mattina sotto un sole che già a quest’ora si fa sentire. Alla fermata di Domodossola il conducente del tram 19 annuncia che il mezzo non può proseguire lungo il tragitto usuale a causa di un’auto parcheggiata che impedisce il transito dei mezzi su rotaia. Qualche borbottio dei passeggeri, che poi scendono, incamminandosi a piedi o verso la stazione ferroviaria o quella della M5. Altri passeggeri chiedono qual’è il percorso alternativo, dato che anche il tram 1 ha cambiato percorso a causa di lavori stradali che dureranno per tutto il mese di agosto. Piazza tre Torri è abbastanza vicina e raggiungibile a piedi, ma per chi deve recarsi in centro è un problema. Specie, per anziani o se sono persone che hanno difficoltà motorie.

L’auto che ha bloccato la circolazione dei tram

Pochi centimetri bastano a causare un danno non indifferente, l’auto sporge infatti quel tanto che basta ad impedire al tram di passare. Trovo abbastanza inusuale il fatto che si possa parcheggiare così, sulla sede tranviaria e a ridosso dei binari del tram, e che inotre non ci sia nessun tipo di segnale o di dissuasore che impedisca ad un mezzo di intralciare il percorso dei tram quando viene parcheggiato. Sul posto, il tram fermo, un’auto dei vigili, un mezzo di servizio ATM e il carro attrezzi, già pronto a rimuovere il veicolo che tanti disagi ha causato.

Disagi e rallentamenti per gran parte della mattinata

La deviazione di molti mezzi, dovuti all’impraticabilità della linea, ha causato forti ritardi che si sono ripercossi sulla circolazione delle linee, 10, e 19, con ulteriore confusione per i passeggeri, dato che la linea 10 come la linea 1 ha subito una variazione di percorso dovuta a dei lavori che dureranno almeno fino alla fine del mese. a peggiorare il tutto l’orario estivo, che prevede meno mezzi e meno corse rispetto all’orario regolare.

Probabile una multa salata al conducente dell’auto

Questo genere di distrazioni può essere molto costoso. Nei casi più gravi, si può arrivare a pagare migliaia di euro per aver bloccato la circolazione dei mezzi pubblici. Oltre alla sanzione prevista dal codice della strada, infatti, c’è un risarcimento amministrativo che viene contestato al proprietario dell’auto che blocca la circolazione tranviaria, arrecando un danno non indifferente ad ATM. Questo risarcimento viene valutato a seconda del numero di mezzi che hanno subito rallentamenti e deviazioni e del tempo che questi mezzi sono rimasti fermi in attesa della rimozione del veicolo. Oltre ciò il costo della rimozione stessa.

Joni Preti
Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

Nessun commento

Rispondi