Auto e Motori ad Experience bene, ma non benissimo

Auto e Motori ad Experience bene, ma non benissimo

0

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quella che una volta era Expo 2015 Milano, ora è in una nuova fase di transizione. Passando da Expo a Experience, per poi diventare Mind, l’area è rimasta sempre aperta, anche se parzialmente, in modo da garantire una continuità che ne evitasse il degrado e l’abbandono. Certo non ci sono tutti i servizi che erano presenti nel 2015 e a dire la verità, pian piano l’offerta è sempre più diminuita, tanto che non sono più disponibili le casette dell’acqua, utilissime nei giorni di calura, specie ora che la tensostruttura che copriva Decumano e Cardo sono state rimosse. Persino il punto di ristoro Mc Donald’s è romasto chiuso durante il Milano Rally Show, la gara di auto che si svolge nell’area tra Sabato 28 e 29 Domenica Luglio.

Sabato:Motori, gare, ma non molta partecipazione

Nonostante la manifestazione si sia svolta principalmente lungo il Cardo, all’altezza dell’Albero della Vita, vicino all’accesso di Roserio (vicino all’ospedale Sacco), la manifestazione era, ed è raggiungibile fino a Domenica, dall’accesso di Merlata (da non confondere con cascina Merlata che è chiusa) sia tramite auto (parcheggio gratuito) metropolitana M1 Rho fiera (biglietto extraurbano) o tramite Trenord (Stazione Rho fiera). Da qui, preparatevi ad una lunga camminata, perchè il servizio navetta, che era svolto da un trenino che percorreva tutto il Decumano, non è più disponibile. Il Sabato pomeriggio, la partecipazione alla kermesse motoristica è stata tutto sommato abbastanza bassa, specie se parliamo di un evento gratuito dove rombano motori di auto che difficilmente si vedono in giro.

La gara di monster cars e il circuito

La gara di Monster car (foto nella galleria fotografica), molto interessante e tutto sommato divertente, si è svolta però in un circuito che in gran parte non era visibile al pubblico, e mancando totalmente un sistema di riprese video e uno maxischermo per poter seguire tutto il percorso da un unico punto, la spettacolarità della gara ne ha risentito parecchio. La mancanza di una sorta di “cronaca” come quelle che solitamente si sentono durante le gare di motori di questo genere non ha certo aiutato a capire chi fossero le auto in gara chi ha vinto.

L’esposizione di auto e Harley Davidson

Per chi ama i motori però è un appuntamento da non perdere. Tra automobili americane, moto Harley Davidson (foto nella galleria fotografica), e monster car c’è indubbiamente da rifarsi gli occhi. Una chicca; una Pontiac Firebird trans Am. Se ricordate il telefilm Super Car, con la mitica Kitt, automobile che parla e si guida da sola, anticipando di decenni le google cars, allora sappiate che quest’auto è una replica perfetta con tanto di computer di bordo identico a quello dell’auto del telefilm.(foto nella galleria fotografica).

La gara di America History cars

Data la larghezza del circuito e la configurazione del percorso, più che di una gara si è trattato di una sfilata. In alcuni punti del circuito, lo stesso usato per la gara di monster car, le auto erano persino costrette a fermarsi, fare retromarcia e ripartire per via del fatto che alcune curve erano decisamente troppo strette per auto di quelle dimensioni.
Naturalmente è sempre e comunque un’esperienza che merita di essere vissuta, specie se si è appassionati di motori, ed essendo un evento gratuito, è comprensibile che si siano state alcune piccole mancanze probabilmente dovute al budget limitato.

Joni Preti
Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

Nessun commento

Rispondi