Geas Basket, si presenta Kalis Loyd: “Che sfida quella di coach Zanotti..”

Geas Basket, si presenta Kalis Loyd: “Che sfida quella di coach Zanotti..”

0

1GEAS-324x350 Geas Basket, si presenta Kalis Loyd: "Che sfida quella di coach Zanotti.." Basket Sport

Milano – Kalis Loyd è il secondo, importante innesto proveniente dall’estero del mercato estivo dell’Allianz Geas. Classe 1989, l’ala piccola svedese di 188 cm ha vissuto l’ultima stagione nel competitivo campionato francese con la maglia della Flammes Carolo Basket, club con base a Charlesville-Mézières, nella regione delle Ardenne, registrando 9,8 punti, 4 rimbalzi, 2,4 assist e 1,3 rubate in 29,8 minuti di utilizzo.

Chi è la Loyd..

Pubblicità

Figlia di due cestisti, Helen e Otis – che ha giocato da professionista negli anni ’70 e ’80, prima di iniziare la carriera da allenatore che negli ultimi anni l’ha visto impegnato in Danimarca –, Kalis è praticamente cresciuta sul parquet.

Le prime parole..

“Mi piace dire di essere nata in palestra – ricorda -, la mia vita ha da sempre ruotato attorno alla pallacanestro. Ho giocato in Svezia fino a 18 anni, quando sono andata negli Stati Uniti alla Lamar University, con la quale ho disputato il campionato Ncaa per quattro stagioni. La Lamar ha ritirato la mia maglia quest’anno: detengo il primato da miglior marcatrice della storia di quel college. In seguito, mi sono trasferita in Romania, dove ho giocato per l’Asc Sepsi-Sic Gheorghe, prima di spostarmi nella Lfb, il massimo campionato francese”.

Con la sua prima squadra francese, il Tarbes, Loyd esordisce con una super-prestazione da 26 punti e 5 rimbalzi in 30 minuti, chiudendo poi la stagione a 12,4 punti di media. L’anno seguente, si trasferisce ad Arras, dove a causa di un infortunio riesce a giocare soltanto sette gare. La scandinava passa poi al Basket Landes, con il quale disputa il campionato a 12,4 punti di media, prima dell’ultimo trasferimento, alla Flammes Carolo, di cui abbiamo già detto.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi