We Playground Together: saranno riqualificati tre campi da basket

We Playground Together: saranno riqualificati tre campi da basket

campo-da-basket-di-strada-324x243 We Playground Together: saranno riqualificati tre campi da basket Basket Costume e Società
Foto di Gianluca Preti

Martedì 17 luglio, è stato presentato “We Playground Together”, un progetto per rendere il basket da strada uno sport alla portata di tutti, riqualificando i campi di quartiere, che spesso versano in cattive o pessime condizioni, tanto che alcuni sono persino impraticabili. Alla presentazione del progetto erano presenti l’assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano Roberta Guaineri, e giocatore di basket NBA di fama internazionale Danilo Gallinari.

Cosa prevede il progetto

Il progetto prevede l’acquisto di nuove infrastrutture, come canestri, tabelloni e la pavimentazione dei campi di basket oltre a panchine per gli spettatori, che saranno poi installate nei vari campi di quartiere presenti spesso nei parchi del Comune di Milano. Primo intervento di questo progetto sarà il campo presente nel Parco Marinai d’Italia, che si trova a ridosso di Viale Umbria e Corso XXII Marzo. Gli interventi in questo caso prevedono il rifacimento totale della pavimentazione, dei canestri e delle panchine attigue al campo da gioco. I lavori saranno terminati entro settembre di quest’anno. Roberta Guaineri, ha ringraziato pubblicamente a nome di tutta l’amministrazione del comune di Milano Danilo Gallinari, la sua famiglia e tutte le aziende che partecipano all’impresa, per la generosità espressa in questo progetto.
“We Playground Together è un progetto al quale tengo molto” ha invece dichiarato il cestista Danilo Gallinari, essendo un progetto a lungo termine che durerà tre anni permettendo a molti appassionati di poter giocare su campi riqualificati ed in ordine.

Chi sono gli sponsor

La NBA (National Basketball Association), porta avanti questo genere di progetti negli stati uniti e nel mondo, tanto che Danilo Gallinari è già pronto per partire per il Sudafrica, mentre precedentemente è stato in Vietnam per lo stesso motivo per cui oggi è a Milano. Il progetto ha potuto prendere vita grazie al Comune di Milano, di Michele Ponti, CEO della Digital Smiles Makers e Web Talent Management, affiancato da White Cobra, Prodea Group, un’azienda che opera nel campo dell’organizzazione eventi, con il sostegno di D1 Milano, brand italiano di orologi, e Mapei, nota azienda di prodotti chimici e materiali per l’edilizia, Infine, N26, la banca on line utilizzabile con una semplice app. Gli sponsor si occuperanno anche della manutenzione del campo per la durata di due anni, grazie anche alla partnership con Adidas.

Joni Preti
Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi