La Pro Sesto mette a segno un altro colpo: ecco Puccio!

La Pro Sesto mette a segno un altro colpo: ecco Puccio!

0

francesco-parravicini-324x182 La Pro Sesto mette a segno un altro colpo: ecco Puccio! Calcio Sport

Sesto San Giovanni – La Pro mette nel motore un cavallo di razza per il centrocampo: si tratta di Gabriele Puccio, classe ’89, la stagione scorsa perno della Caronnese.

La carriera di Puccio..

Pubblicità

Cresciuto nelle giovanili dell’Inter, Puccio ha alle spalle una carriera di tutto rispetto soprattutto in serie C, con esperienze importanti a Verona, Portogruaro (con cui è stato promosso in serie B), Monza, Mantova, Pavia, Savona, Rimini e Lamezia Terme, tra le altre. Ora, ecco una nuova, stimolante avventura con la maglia biancoceleste.

Le parole del neo centrocampista della Pro Sesto…

“Perché ho scelto la Pro Sesto? I dirigenti mi hanno prospettato un progetto serio e concreto e ho accettato di buon grado – queste le prime parole ‘sestesi’ di Puccio -; negli anni scorsi ho incontrato la Pro in diverse occasioni, ha un gioco spumeggiante che penso possa sposarsi al meglio con le mie caratteristiche e conosco molti dei giocatori della rosa. Insomma, la scelta è stato piuttosto semplice e naturale”.

Per chi non conoscesse Puccio, uno dei centrocampisti più apprezzati di tutta la categoria, ecco le sue caratteristiche: “Sono un interditore classico, capace di giocare davanti alla difesa ma allo stesso tempo amo impostare il gioco e propormi in fase offensiva. Alla mia età penso di saper fare con una certa naturalezza entrambe le fasi”. Infine, la risposta di Puccio sugli obiettivi stagionali è piuttosto illuminante: “Parliamo di obiettivi a luglio? In estate tutti sono bravi e vogliono vincere, anzi hanno già vinto… A me interessa solo lavorare e fare di tutto per creare un gruppo nello spogliatoio. E’ la base di tutto: tecnica e capacità singole vengono dopo”.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi