Prende forma il Milan di Elliott: il CdA convocato per il 21...

Prende forma il Milan di Elliott: il CdA convocato per il 21 e i tre giorni di fuoco dei rossoneri

img_6818-324x220 Prende forma il Milan di Elliott: il CdA convocato per il 21 e i tre giorni di fuoco dei rossoneri Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Ore 16:30, presenti Fassone, Cappelli, Scaroni e Patuano in conference call. Dei membri cinesi del CdA nemmeno l’ombra, così come non è rimasta traccia di Yonghong Li da nessuna parte. Elliott si è preso il Milan e il CdA proforma della giornata di ieri ha dato il via alla nuova era in casa rossonera.

Un CdA senza quorum

Pubblicità

“Il consiglio si è riunito ma in assenza dei consiglieri cinesi non si è formato il quorum costitutivo. Quindi la riunione non era validamente costituita. A quel punto, l’assemblea è stata convocata dal presidente del collegio sindacale che, già sapete, sarà il 21. Si terrà l’assemblea che ha come oggetto il rinnovo del consiglio di amministrazione e la revoca di alcuni consiglieri”. Queste le parole dell’avvocato Cappelli al termine del CdA pomeridiano che ha avuto luogo a casa Milan e che sancisce di fatto l’inizio dell’era Elliott in casa Milan: per ora nessun azionista di minoranza è previsto, così come Riccardo Silva, nome circolato nelle ultime ore, è lontano dal diventare socio di minoranza del club nonostante le ottime referenze.

Il CdA del 21

il 21 luglio, due giorni dopo l’udienza al Tas di Losanna e un giorno prima della partenza della squadra verso l’America, il Milan vedrà il primo CdA con Elliott a capo del club, e proprio in quell’occasione Gennaro Gattuso potrebbe incontrare il proprietario che tanto bene ha palato di lui: nel comunicato diffuso nei giorni scorsi Elliott ha elogiato l’operato di Gattuso elevandolo a punto di riferimento per il Milan che verrà. Il tecnico dal canto suo, vorrebbe incontrare il nuovo proprietario prima di partire per gli Stati Uniti, e forse verrà accontentato proprio il giorno dell’assemblea. Inoltre, pare che il nuovo presidente del Milan risponda al nome di Scaroni, proprio l’attuale membro del CdA rossonero, anche se c’è bisogno di una conferma ufficiale.

Dai tre ai cinque giorni di allenamento

Dunque tre giorni in cui il Milan del futuro si delineerà, mentre domani scatterà il quinto giorno di allenamento a Milanello con una doppia seduta che vedrà i calciatori impegnati alle 9:30 e poi alle 18:00 sui campi di Milanello. Nella seduta odierna si è svolto un lavoro diviso in due sessioni con Gattuso che sta chiedendo la massima intensità per preparare la stagione che verrà.

Un nome suggestivo

Infine il management: sappiamo che Fassone e Mirabelli potrebbero avere le ore contate a Milanello, e per questo si sprecano i nomi di chi in un futuro non troppo lontano, li sostituirà. Partiamo da Maldini, Gandini e Baldini, tutte figure importantissime che però escluderebbero il ritorno di un grande dirigente che dalla scrivania è passato alla panchina: Leonardo. Il direttore tecnico del Milan di Galliani e grande scopritore di talenti sopratutto brasiliani (Kakà e Pato, che medita un ritorno…) potrebbe tornare nelle vesti che più gli si addicono per gestire il mercato rossonero e sopratutto l’ala dei talent scout. Bisognerà comunque aspettare i tre giorni di fuoco del 19-22 luglio per scoprire come si comporrà il Milan di Elliott.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi