Milan: quanti punti da cui ripartire! Elliott è già al lavoro per...

Milan: quanti punti da cui ripartire! Elliott è già al lavoro per la rinascita

img_4785-324x393 Milan: quanti punti da cui ripartire! Elliott è già al lavoro per la rinascita Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Giovedì pieno di notizie che rimbalzano dal mercato al riassetto societario: l’effetto Elliott si fa sentire.

Punto uno: Gennaro Gattuso

Pubblicità

Elliott è stato chiaro, Gattuso è e sarà il punto fermo intorno al quale costruire non solo la rosa della prima squadra ma i futuri successi basandosi sugli ottimi risultati raggiunti la scorsa stagione, sul suo carisma come leader emotivo prima ancora che tecnico e sul suo appartenere al Milan e alla sua storia come calciatore che ne ha scritto pagine importantissime. La sua conferma è stata definita dal primo comunicato che Elliott ha emanato come proprietario del Milan e per questo il suo lavoro sarà coadiuvato e sostenuto dalla nuova proprietà. Se Fassone e Mirabelli faranno invece parte del nuovo Management non è ancora dato saperlo: l’idea che circola in queste ore è che potrebbero completare il mercato di quest anno per poi valutare il da farsi nella prossima stagione, ma sono tutte ipotesi queste che ancora non trovano conferma.

Punto due: la rinascita secondo Elliott

Detto di Gattuso, Elliott ha in mente altri tre step fondamentali per riportare in alto il Milan: solidità economica, certificata dai 50 milioni di aumento di capitale versati al momento nelle casse del club; progetto a lungo termine, cosa che significherebbe intraprendere un percorso che porterà nuovamente il Milan nel pantheon del calcio mondiale, suo habitat naturale. E per finire la tranquillità che solo una società solida con un patrimonio del calibro di Elliott può garantire, per far lavorare tutte le parti in causa con la giusta serenità per affrontare una ripartenza come quella alla quale il Milan è posto di fronte.

Punto tre: il mercato

Con il mercato in entrata bloccato, concentriamoci su quello in uscita: sempre più vicino Locatelli al Sassuolo per una cifra intorno ai 12 milioni di euro, il Milan manterrebbe una clausola di recompra per il centrocampista della primavera rossonera. Bertolacci intanto si complica per il Genoa, la trattativa con il Milan è in stand-by e il Grifone punta Barberis del Crotone.

Punto quattro: l’udienza al Tas

Prevista per il 19 luglio, l’udienza al Tas potrebbe vedere tra i suoi partecipanti un membro di Elliott in rappresentanza della nuova proprietà rossonera, nella speranza che il tribunale di Losanna possa accogliere positivamente l’assunzione di responsabilità di un fondo così importante come quello di Paul Singer. Sarà forse presente il figlio, Gordon Singer, o più probabilmente il manager Franck Tuil per dimostrare al Tas di Losanna la forza che il gruppo Elliott vuole infondere nel nuovo Milan.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi