Belita: Con “Waves” è già sulla cresta dell’onda

Belita: Con “Waves” è già sulla cresta dell’onda

0

704bf50abc78e72dae4459bfde88daeacbf2c03d15dd1d30bbeab8aa18fedeb8-324x183 Belita: Con "Waves" è già sulla cresta dell'onda Intrattenimento   Belita, 24 anni, nome d’arte di Isabella Dall’Agnese, é una cantante Italo-brasiliana.Il canto fa parte di lei da sempre. Si commuoveva quando sentiva “Vincerò” del grande Luciano Pavarotti, ed ha iniziato a cantare sin da bambina: afferma, infatti, che la musica è la sua vita. Dopo 5 anni intensi a studiare canto, nel 2013 vince una borsa di studio come “voce rivelazione” a Pordenone
Nel 2017, ha iniziato a registrare le sue prime canzoni, ed a maggio 2018, è uscito il video del suo primo singolo “Waves” registrato a Positano.
Sulla cresta dell’onda, ha deciso di raccontarsi a Zoommilano.

Belita: “la musica è la mia vita”

Ciao Isabella, anzi Belita. Partiamo proprio da questo, perchè il nome Belita?
Il mio nome di nascita è Isabella. Mia mamma mi chiamava Belita (diminutivo di Isabel in Spagnolo), oppure Belinha (diminutivo di Isabela in portoghese). Però Belita come nome d’arte ha vinto.
Qual’è stato il tuo stimolo per diventare una cantante?
Fin da piccola sentivo un gran benessere mentre cantavo. A casa mia c’era e c’è sempre musica. Ho sempre avuto le idee chiare e quando pensavo al mio futuro pensavo ad una sola parola: “musica”. I miei genitori dicono sempre che ho imparato prima a cantare che a parlare.
“La musica è la mia vita” è il tuo motto. Parlaci dell’importanza che ha la musica nella tua vita.
Musica per me significa vita. È energia! È forza! Allo stesso tempo che mi provoca malinconia, che mi riporta a momenti di riflessione, lei mi solleva, mi stimola, mi arricchisce. Ossia, trasforma il negativo, in positivo.
Quanto è importante per te essere italo-brasiliana?
Per me è motivo d’orgoglio e ricchezza appartenere a due culture meravigliose! Mi sento molto fortunata.

Waves

Passiamo al tuo singolo La canzone “Waves”, attira l’attenzione per l’ottimo testo, ritmo, ed arrangiamento eccellente. Qual’è il tema principale, e l’intento di questa composizione?
Waves tratta il tema dell’insicurezza, che può colpire sia ragazzi che ragazze, giovani o adulti. L’intento è quello di dire a tutti che, nonostante le difficoltà che proviamo a causa dell’insicurezza, la vita è bella e ognuno di noi ha qualcosa da offrire al mondo.
Durante il periodo iniziale, prima ancora che tutto prendesse forma, ti sei mai chiesta se era questo che volevi, se volevi davvero diventare una cantante?
Naturalmente in quei momenti provavo emozioni contrastanti, per via del lavoro, delle difficoltà, ma niente di tutto ciò mi ha fatto perdere lo stimolo, anzi! Non ho mai perso la grinta di andare avanti.

Perché hai scelto Positano come luogo dove girare il tuo primo videoclip musicale?
:Ho sempre sognato che il mio primo video fosse speciale. Quindi senza dubbi la scelta è stata immediata ed è ricaduta su Positano che considero unica e magica! È piena di vita, fiori e i colori… toglie il fiato. Ho pensato che queste caratteristiche combaciassero con la delicatezza di “Waves”. L’esecuzione del video è stata grandiosa non solo grazie alla bellezza del paesaggio, ma soprattutto per come mi sono sentita: ero molto concentrata, ma allo stesso tempo mi sono sentita leggera, felice e fiduciosa che sarebbe stato un ottimo risultato. 
Spesso sentiamo di giovani artisti ostacolati proprio da chi dovrebbe sostenerli, la famiglia. La tua come affronta questo tuo percorso?
In verità i miei genitori sognavano per me un futuro diverso a livello professionale, però hanno deciso di appoggiare il mio sogno, che ora è diventato il loro sogno.

1cf47cc2137720c6ed2075bfdc5e325403be59ff119814e6cba8f3d68df3c8c6-272x483 Belita: Con "Waves" è già sulla cresta dell'onda Intrattenimento   Sei una cantante giovane, come vedi il fatto che puoi influenzare altri giovani con la tua arte?Penso che ognuno di noi possa diventare lo specchio di qualcuno. E con ciò l’artista deve stare attento non solo alla sua arte, ma soprattutto con il proprio esempio. Oggi, grazie ai social, il rapporto artista/fan è diretto, sia nel positivo, che nel negativo.
Per concludere, qual è la canzone preferita di “Belita”?
Il mio prossimo singolo che uscirà a breve. (ride n.d.r)
È stata una chiacchierata bellissima, grazie per la tua gentilezza e disponibilità. Ti va di lasciare dei saluti ai nostri lettori?
Grazie per aver letto l’intervista e per l’affetto che mi state dimostrando. Rimanete aggiornati che a breve ci saranno delle belle novità! 
Per chi volesse seguire Belita e rimanere sempre aggiornato questo i suoi link.
Facebook: https://www.instagram.com/therealbelita/
Instagram: https://www.facebook.com/therealbelita/
Canale Youtube: https://youtu.be/pEYWqfSspQ4

Luca Radaelli
Mi chiamo Luca ho 25 anni ed ho cominciato facendo delle imitazioni nella radio locale del mio pase (Radio Rebelot del centro giovani di Locate di Triulzi) conducevo con amici un programma di calcio ma, ovviamente, in modo divertente mettendoci dentro anche esperienze personali e scenette con le mie imitazioni che comprendevano Valentino Rossi, Ibrahimovic, Mourinho, Ligabue, Enrico Ruggeri, Javier Zanetti, Max pezzali e Silvio Berlusconi. Nel 2015,grazie ad un mio video, sono stato scelto per partecipare ad un evento della gara di Casting di Antonio Gallo alla tappa di Muggiò del giro d’Italia. Ad inizio 2016 ho cominciato a collaborare per una web radio R102, per la quale conducevo un Morning Show 3 volte a settimana dalle 8 alle 10. In questo “GOOD MORNING R102” mi occupavo di storie e curiosità di Personaggi famosi, atleti, film, cantanti ecc e di scherzi telefonici che registravo in settimana per poi mandarli in diretta Durante l’esperienza di R102 ho iniziato a collaborare anche con R23 MILANO, una web radio molto attiva sul suolo milanese tanto da convincermi a dedicarle tutte le mie attenzioni lasciando così R102. Per R23 ho condotto sempre un morning show dal nome “WAKE ME UP BEFORE YOU BOBO” Titolo che si ispira alla canzone “WAKE ME UP BEFORE YOU GOGO” che è anche la sigla. Il programma andava in onda 3 volte a settimana con due edizioni di due ore (Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12) ed una di un’ora (Lunedì dalle 10 alle 11). Nella puntata di Lunedì mi occupavo di Calcio e sport dando risultati e notizie del week end, mentre nelle altre due puntate raccontavo notizie divertenti accompagnate da scenette ideate, fatte e montate interamente da me. Grazie al mio impegno per R23 sono arrivato a guadagnare la fiducia dello station manager che ha deciso di lasciarmi la libertà di organizzare eventi, parlare con comune e assessori per permessi ecc, di contattare chiunque sia interessato a noi e viceversa per poter organizzare qualcosa e ,soprattutto, selezionare, valutare e contattare gli ospiti per il programma di punta ovvero “COME VIENE VIENE” il mercoledì dalle 17 alle 19, programma che, grazie anche alla versione live streaming su facebook, mi ha dato grandi soddisfazione toccando le 20.000 visualizzazioni. Grazie a queste esperienze sono stato preso per qualche mese come collaboratore per una radio in FM “RADIO MILAN INTER” dove avevo il temporaneo ruolo di co conduttore per 3 volte a settimana affiancando Lapo De Carlo come opinionista sporivo. Ho cominciato anche a collaborare per RADIO PADANIA dove, affiancando il responsabile dello sport Graziano Campi, ci occupiamo delle notizie e dei risultati sportivi della settimana. Nell’ultimo periodo sono riuscito ad ottenere la fiducia di tutti e mi hanno affidato intere puntate da gestire da solo. Scrivo articoli di cinema per ZoomMilano

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi