Revivre, parla Sbertoli: “Voglio trascinare la mia squadra”

Revivre, parla Sbertoli: “Voglio trascinare la mia squadra”

0

Allenamenti2-324x182 Revivre, parla Sbertoli: "Voglio trascinare la mia squadra" Pallavolo Sport

Milano – È stato uno dei protagonisti ai XVIII Giochi del Mediterraneo di Tarragona, culminati con la medaglia d’oro conquistata in finale sui padroni di casa della Spagna: è raggiante, e non poteva essere altrimenti, quando Riccardo Sbertoli ne parla. «È stato un oro tanto inaspettato quanto entusiasmante. Il nostro obiettivo iniziale era quello di arrivare almeno in semifinale, cullando il sogno di portare a casa una medaglia».

Un sogno che è coinciso con il gradino più alto del podio

Ha rappresentato una grande soddisfazione per Sbertoli e compagni: «Sapevamo di essere una squadra molto giovane ed eravamo consapevoli che avremmo potuto affrontare squadre più mature. Ma avevamo voglia di far bene ed una grande fame di vittoria.

Medaglia top per Sbertoli

Questa medaglia rappresenta la fine di un percorso fatto di allenamenti e partite con un gruppo di ragazzi fantastici». E la marcia in più per gli azzurri è stata proprio il gruppo, in cui, ammette Sbertoli, regnava forte la certezza di potersi fidare l’uno dell’altro.

Si torna ora a Milano, con una medaglia in più, che ha un valore speciale per chi, a 20 anni, ha già alle spalle tre anni di Superlega. «Questa vittoria è una delle soddisfazioni più grandi dal punto di vista sportivo della mia carriera. Giocare la finale è stata una grande emozione: Una partita bella da vivere e giocare: una vera e propria lotta, ma la nostra forza è stata la voglia di vincere e per questo non ci siamo più accontentati».

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi