Ultimo ballo del Girone F: la Germania cerca la qualificazione e il...

Ultimo ballo del Girone F: la Germania cerca la qualificazione e il Messico il primato

img_6118-324x252 Ultimo ballo del Girone F: la Germania cerca la qualificazione e il Messico il primato Calcio Mondiali di calcio 2018 Prima Pagina Sport   Milano– Ore 16:00 al via all’Ekaterinburg Arena alla partita che vale il primato: il Messico (6 pt) affronta la Svezia (3 pt) e che, in caso di pareggio con sconfitta della Germania, il passaggio turno per entrambe le formazioni. Si attenderanno notizie da Kazan, precisamente 971 chilometri di distanza, dove Germania e Corea daranno il via all’ultima delle sfide in programma per il gruppo F.

Messico – Svezia: una gara per la storia

Pubblicità

Il Messico di Osorio si prepara a questa partita con il favore del pronostico dopo aver ben impressionato nelle prime due gare. Una vittoria li porterebbe al livello della Croazia, punteggio pieno nel Girone D, e aumenterebbe le quotazioni di un Messico desideroso di avanzare sempre più nella competizione. Chicharito Hernandez, in goal nell’ultima gara, Lozano e Carlos Vela sono pronti a dare spettacolo per conquistarsi un posto alla destra del tabellone, lontano da Portogallo, Francia, Argentina, Uruguay già qualificate a sinistra. Per la Svezia la situazione è in divenire: la grande partita giocata con la Germania non è bastata per ottenere una vittoria contro i tedeschi e i tre punti in classifica sono ora pochi per sperare in un pareggio, vista la gara sulla carta semplice che aspetta la Germania a Kazan. Obbligo vittoria per Forsberg e compagni che, in caso di largo bottino della Germania contro la Corea, non basterà per ottenere il pass degli ottavi.

Le probabili formazioni

Ekaterinburg Arena, ore 16:00

Messico: 4-2-3-1
Ochoa; Salcedo, Ayala, Moreno, Gallardo; Layun, Herrera, Guardado; Carlos Vela, Hernandez, Lozano.
CT: Osorio

Svezia: 4-4-2
Olsen; Lustig, Granqvist, Lindelof, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen.
CT: Andresson

La Germania ritrovata: Tony Kross contro Son

È una sfida emotiva oltreché calcistica quella che si giocherà a Kazan questo pomeriggio: la Corea ha bisogno di un miracolo per passare il girone ed evitare a Son e compagni la leva militare obbligatoria secondo le leggi del paese asiatico, e questo miracolo dovrebbe avvenire contro la squadra campione del mondo in carica. La Germania, diciamocelo, non sembra essere quella di quattro anni fa, ma è difficile pensare ad un passo falso questo pomeriggio: il goal di Kross contro la Svezia è stato festeggiato con tanta enfasi che la federazione tedesca, casa della signorilità, si è sentita in dovere di recapitare un messaggio di scuse ai colleghi Svedesi che non sembrano averla presa benissimo. Ora la possibilità di affrontare il Brasile agli ottavi esiste e qualora la Germania passasse da seconda tutto sarebbe in mano a Neymar e compagni quattro ore dopo il fischio di inizio di Kazan. Staremo a vedere, intanto Son cercherà di evitare la leva militare con una prestazione da fuoriclasse.

Probabili formazioni

Corea del Sud: 4-4-2
Woo; Yong, Hyun Soo, Yong Gwon, Min Woo; Seon Min, Ju Sejong, Sung Yueng, Hee Chan; Jae Sung, Heung Min.

CT: Tae-yong

Germania: 4-2-3-1
Neuer; Kimmich, Hummels, Rudiger, Hector; Gundogan, Kroos; Müller, Reus, Draxler; Werner. CT: Löw

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi