Il Gruppo E si avvia verso il tramonto dopo la sorpresa pomeridiana:...

Il Gruppo E si avvia verso il tramonto dopo la sorpresa pomeridiana: Brasile pronto a prendersi il primo posto

img_6006-324x371 Il Gruppo E si avvia verso il tramonto dopo la sorpresa pomeridiana: Brasile pronto a prendersi il primo posto Calcio Mondiali di calcio 2018 Prima Pagina Sport   Milano-Come succedeva tantissimo tempo fa, l’edizione della sera di un quotidiano ci offre spunti interessanti da cui partire: questo pomeriggio la Germania è capitolata sotto i colpi della Corea di Son e ha abbandonato il mondiale russo. Festa anticipata per il gruppo E che non troverà i tedeschi agli ottavi.

Svizzera – Costa Rica: l’onore e gli ottavi

Pubblicità

Più complesso di così non poteva essere: la Svizzera che non perde nemmeno contro il Brasile, si gioca il passaggio turno contro una Costa Rica solida che ha capitolato contro i verdeoro solo nel finale. La partita ci dirà se la Svizzera ha compiuto quel salto di qualità essenziale nel diventare una potenza di medio-alto livello nel panorama europeo (e mondiale) o se la Costa Rica terrà alto il proprio onore in un Mondiale fin qui giocato non proprio da protagonista.

Le formazioni ufficiali: Svizzera – Costa Rica

SVIZZERA (4-2-3-1):
Sommer; Lichtsteiner, Schär, Akanji, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri, Dzemaili, Embolo; Gavranovic.

COSTA RICA (5-4-1):
Navas; Gamboa, Acosta, Waston, Gonzalez, Oviedo; Borges, Guzman, Ruiz, Colindres; Campbell.

Il Brasile punta al primato contro la Serbia

Un’altra gara da vedere tutta d’un fiato sarà quella che andrà in scena tra Brasile e Serbia allo Spartak Stadium di Mosca (secondo impianto della capitale dopo il Luzhniki): ai Brasiliani basta un pareggio ma difficilmente si accontenteranno di un solo punto dopo la vittoria con tanto di lacrime dello scorso turno. Neymar è determinato a prendersi la palma di milgior giocatore del Mondiale e ha tanto terreno da recuperare: la sfida a Kolarov e Milinkovic – Savic sarà il primo passo verso la rinascita del campione della Seleçao. Per un Neymar in procinto di migliorare, un Coutinho totalmente alla ribalta: due goal per lui, entrambi decisivi, e tantissime giocate che lo eleggono a miglior giocatore della Seleçao fino a questo momento. Dall’altro lato del campo una Serbia che non vuole farsi da parte e che con le sue stelle (Lijaic, Kolarov, Mitrovic e Matic oltre a Milinkovic Savic) darà del filo da torcere ai sudamericani.

Le Formazioni ufficiali: Brasile – Serbia

SERBIA (4-2-3-1):
Stojkovic; Kolarov, Veljkovic, Milenkovic, Rukavina; Milinkovic-Savic, Matic; Kostic, Ljajic, Tadic; Mitrovic.

BRASILE (4-2-3-1):
Alisson; Fagner, Thiago Silva, Miranda, Marcelo; Paulinho, Casemiro; Willian, Coutinho, Neymar; Gabriel Jesus.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi