Girone A: la Russia cade alla fine sotto i Colpi dell’Uruguay. Zero...

Girone A: la Russia cade alla fine sotto i Colpi dell’Uruguay. Zero acuti per l’Egitto di Salah

img_6085-324x313 Girone A: la Russia cade alla fine sotto i Colpi dell’Uruguay. Zero acuti per l’Egitto di Salah Calcio Mondiali di calcio 2018 Prima Pagina Sport   Milano-I padroni di casa impattano contro il duo Cavani-Suarez e si risvegliano secondi in classifica nonostante il dominio esercitato nelle prime due gare. Per la Celeste c’è il Portogallo di Cristiano Ronaldo mentre l’Egitto sconta una cocente delusione.

Ultima giornata

Pubblicità

Russia – Uruguay: 0-3
(Suarez 10’, aut. Cheryshev 23’, Cavani 90’)

Arabia Saudita – Egitto: 2-1
(Al-Faraj 45’+6, Al-Dossari 90’+5 / Salah 22’)

Dalla Russia con Amore

Alzi la mano chi aveva scommesso un euro sull’Egitto di Salah agli ottavi. In tantissimi, vista la situazione che stava attraversando la Russia. Avevano puntato su Salah come uomo decisivo per il passaggio turno dei faraoni a discapito dei padroni di casa: eventualità evitata grazie al perentorio 5-0 con cui la Russia ha esordito allo stadio Luzhniki di Mosca e con il quale ha risvegliato l’entusiasmo del popolo russo fino a quel momento sopito. Il 3-1 rifilato all’Egitto è stata poi la diretta conseguenza di quello stato di esaltazione generale vissuto dopo l’esordio ma alla prima vera gara di livello mondiale la vera Russia si è palesata: secco 0-3 subito dall’Uruguay che condanna i padroni di casa a sfidare la Spagna (a dire il vero forse miglior avversario rispetto al Portogallo…) nella gara valida per gli ottavi di finale del mondiale. Un altro test probante la vera tempra della Russia, squadra mosaico e padrona di casa di un Mondiale quanto mai ingarbugliato.

Cavani&Suarez: una coppia infinita

Tra tutte le contendenti al Mondiale di Russi achi può dire di avere una coppia di attaccanti così forti? Forse soltanto l’Argentina se imparasse a giocare da squadra. Due prime punte così devastanti e così ben assortite non esistono su un campo di calcio da tempo: Suarez e Cavani, mattatori delle qualificazioni, hanno spezzato la resistenza della Russia con un calcio di punizione e con un goal di rapina che hanno rispettivamente aperto e chiuso una gara senza appello. Le due vittorie ottenute per 1-0 contro Egitto e Arabia Saudita sono poi il manifesto del calcio Uruguaiano, volto a una strenua difesa del risultato con ripartenze adatte al tipo di attaccanti presenti in rosa. Non vinceranno forse il Mondiale, ma l’ottavo di finale da giocarsi contro il Portogallo dirà molto delle ambizioni della vincitrice in quanto si sfideranno due squadre complete e in possesso di attacchi stratosferici. Cavani e Surez, Suarez e Cavani: qualcuno ha pensato di metterli insieme anche in un club?

Egitto e Arabia Saudita

L’ultima vittoria dell’Arabia ha steso definitivamente l’Egitto, consegnandolo a una mummificazione precoce che con zero punti testimonia la pochezza della squadra all’infuori di Salah (due goal in due partite). Un paragone azzardato potrebbe essere quello di Messi con l’Argentina: fenomenale in un contesto che non lo aiuta, ma queste sono altre valutazioni che esulano dal nostro contesto. Ora, l’Egitto esce come ultima nel Girone A dopo essere stata considerata una pretendente agli ottavi, l’Arabia condanna i faraoni all’onta dello zero in classifica con un colpo di coda ottenuto nel recupero di primo e secondo tempo. Alla fine passano le migliori in questo girone così come nel girone B, ma tutti un po’ avevamo sperato che il campione del Liverpool potesse trascinare l’Egitto a una storica qualificazione.

Classifica finale

SQUADRE PUNTI
Uruguay 9
Russia 6
Arabia Saudita 3
Egitto 0

 

Prossimo turno

La vittoria dell’Uruguay lo relega nella parte sinistra del tabellone contro il Portogallo, l’ala complicata del Mondiale di Russia dove potrebbero ritrovarsi tutte insieme Brasile, Francia, Germania, Argentina e Belgio. La gara si giocherà sabato 30 alle 20:00 allo stadio Olimpico Fist di Sochi e sarà uno spot per il calcio mondiale. L’altro ottavo di finale maturato sarà quello tra Russia e Spagna, gara che si giocherà Lunedì primo luglio alle 16:00 allo stadio Luzhniki di Mosca e dove la Russia affronterà una Spagna desiderosa di ritrovarsi.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi