Furto ai danni di un turista cinese a Malpensa

Furto ai danni di un turista cinese a Malpensa

zaino-324x432 Furto ai danni di un turista cinese a Malpensa Cronaca Milano Prima Pagina    Nel pomeriggio del 18 giugno, due cittadini stranieri hanno rubato lo zaino a un turista cinese all’interno dell’aeroporto di Malpensa, ma la loro corsa è durata davvero poco.

Pubblicità

I due ladri, uno francese e uno algerino, entrambi 29enni e in Italia senza fissa dimora e con diversi precedenti specifici, sono stati fermati poco dopo da una pattuglia della Polizia Ferroviaria in servizio alla stazione di Milano Centrale, durante il loro normale giro di controllo.

Infatti i due agenti in borghese, hanno notato all’interno della galleria della stazione, due individui sospetti uscire dalla metropolitana camminando in modo spedito a una decina di metri uno dall’altro; uno dei due aveva due zaini neri, il primo indossato normalmente sulla schiena e l’altro infilato sul davanti. Insospettiti dall’atteggiamento poco naturale dei due uomini, i poliziotti li hanno intercettati per un normale controllo sui documenti, ma entrambi ne sono risultati sprovvisti.

Una volta condotti negli uffici della Polfer per approfondire la loro posizione, nei loro zaini sono stati trovati, oltre che documenti contraffatti, anche oggetti elettronici di rilevante valore, tra cui: come una macchina fotografica professionale, un personal computer e uno smartphone di ultima generazione, oltre che circa 500 euro in contanti e un’altra ingente somma in moneta straniera.

L’elemento che ha permesso agli agenti di collegare il tutto è stata una ricevuta di un hotel milanese, intestata a un cittadino cinese che poche ore prima aveva sporto denuncia di furto del proprio zaino presso l’ufficio di polizia all’interno dell’aeroporto di Malpensa. I due malviventi sono ora detenuti presso il carcere di San Vittore.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

Nessun commento

Rispondi