L’Olimpia Milano in viaggio per Trento: ecco la storia della serie

L’Olimpia Milano in viaggio per Trento: ecco la storia della serie

0

olimpia-5-324x179 L'Olimpia Milano in viaggio per Trento: ecco la storia della serie Basket Sport

Milano – La storia della serie tra Olimpia Milano e Trento:

Gara 1, Milano-Trento 95-82

Pubblicità

L’Olimpia parte subito forte accumulando otto punti di vantaggio nel primo quarto prima di subire la rimonta di Trento, capace di rientrare a meno 3. Ma per tre quarti la gara è sotto controllo con Milano avanti di 18 prima che un quarto periodo da 33 punti permetta a Trento di rientrare fino a meno otto. L’Olimpia segna 14 triple e manda cinque uomini in doppia cifra subendo però i 31 punti di Shavon Shields.

Gara 2, Milano-Trento 90-80

Trento parte con un altro piglio offensivo, cavalca la vena prima di Ojars Silins e poi di Joao Gomes per costruire sette punti di vantaggio anche nel secondo periodo. L’Olimpia risponde con una prestazione offensiva di alto profilo. Con Curtis Jerrells a quota 21 nel primo tempo (5/5 da tre), prima resta agganciata, poi sorpassa e non si guarda più indietro. Quando nel quarto periodo Trento torna a meno tre, l’Olimpia piazza un parziale di 6-0 che di fatto chiude la partita.

Gara 3, Trento-Milano 72-65

Dopo un primo quarto equilibrato in cui l’Olimpia tocca anche i sei punti di vantaggio, Trento ribalta l’inerzia alzando il livello di fisicità e approfittando della strana situazione del primo tempo in cui l’Olimpia non va mai in lunetta e Trento mai in bonus. Nel secondo tempo Trento tocca i +15 ma Milano rimonta in un quarto periodo in cui la squadra di casa segna un solo canestro dal campo e sul meno quattro ha anche la tripla del meno uno, sbagliata.

Gara 4, Trento-Milano 77-74

L’Olimpia comanda una partita subito spigolosa fin dai primi minuti, accumula vantaggi in doppia cifra sia nel primo tempo che nel terzo periodo. Poi Trento piazza un parziale di 21-2 ribaltando l’inerzia nel quarto quarto. La rimontona finale dell’Olimpia si ferma sul meno tre conclusivo. Trento sfrutta il solito vantaggio di venti tiri liberi tirati in più oltre ai problemi di falli che influenzano Kaleb Tarczewski che poi deve anche uscire per una ferita alla testa riportata su un contatto con Dominique Sutton.

Gara 5, Milano-Trento 91-90

l’Olimpia prende 11 punti di vantaggio nel primo tempo ma lo chiude sotto di due, punita sulla sirena da una tripla di Dominique Sutton. Nel terzo periodo tocca a Trento allungare sul più sei ma Milano risponde arrivando a più otto prima della sfuriata finale di Shavon Shields (23 nel secondo tempo) che firma il vantaggio a 16 secondi dalla fine. L’Olimpia controsorpassa con due liberi di Curtis Jerrells a sei secondi dalla fine e poi sull’ultimo tentativo di Sutton arriva la stoppata provvidenziale di Andrew Goudelock.

Gara 6: è per la storia in casa Olimpia Milano

Nella storia dei playoff si tratta della settima gara 6 dell’Olimpia, curiosamente tutte giocate in trasferta secondo il format tradizionale (Milano ha una striscia aperta di 13 serie di playoff giocate con il fattore campo a favore). Questa è la quinta gara 6 che affronta in vantaggio 3-2, due volte l’ha affrontata sotto 3-2.

Il bilancio di gara 6 per l’Olimpia

In assoluto il bilancio in gara 6 è di 5-1. L’unica sconfitta risale ai quarti di finale del 2013 (unico anno in cui si disputavano al meglio delle sette) quando l’Olimpia perse a Siena condannandosi a gara 7 che poi perse. Viceversa le ultime cinque gare 6 sono state tutte vinte:

2013/14, semifinale, a Sassari: avanti 3-2 dopo la sconfitta interna di gara 5, l’Olimpia chiuse i conti con la Dinamo accedendo alla finale.

2013/14, finale, a Siena: sotto 3-2 dopo la sconfitta interna di gara 5, vinse a Siena con il canestro conclusivo di Curtis Jerrells forzando la gara 7 dello scudetto.

2014/15, semifinale, a Sassari: sotto 3-2, l’Olimpia vinse a Sassari conquistandosi il diritto a giocare gara 7 in casa ma la perse dopo un supplementare.

2015/16, semifinale, a Venezia: avanti 3-2 dopo la vittoria di gara 5, l’Olimpia espugnò Mestre accedendo alla finale scudetto.

2015/16, finale, a Reggio Emilia: avanti 3-2 in una serie che fino a quel momento aveva rispettato il fattore campo, l’Olimpia debellò la resistenza dei reggiani vincendo gara e scudetto.

CHI SONO GLI ARBITRI DI GARA 6

Gara 5 sarà arbitrata da Carmelo Paternicò, Roberto Begnis e Lorenzo Baldini. Paternicò ha arbitrato l’Olimpia in gara 3 a Desio nei quarti di finale e in gara 3 di questa stessa finale, sempre a Trento. Inoltre ha diretto Trento in gara 1 dei quarti ad Avellino e gara 3 di semifinale contro Venezia. Begnis ha arbitrato gara 2 contro Cantù assieme a Baldini, gara 3 di semifinale a Brescia e gara 1 di questa finale; mentre ha diretto Trento prima della finale anche in gara 3 dei quarti in casa contro Avellino. Baldini è al debutto nella serie scudetto ma aveva arbitrato gara 1 della semifinale Venezia-Trento.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi