Shields annienta l’area di Milano, Trento pareggia la serie 2-2.

Shields annienta l’area di Milano, Trento pareggia la serie 2-2.

0

Shields-324x216 Shields annienta l'area di Milano, Trento pareggia la serie 2-2. Basket Sport

Annullato il vantaggio di 2-0 contro Trento in una delle peggiori uscite di questi playoff per l’Olimpia Milano. Un secondo tempo eseguito a regola d’arte dall’Aquila, senza sbavature, spinta di nuovo da Shields che aiuta a realizzare il parziale di 31-4. L’americano naturalizzato danese ne mette a referto 24 solo nel secondo tempo. Meno ricerca dell’area e aggressività nell’ultimo quarto – nonostante le triple di Jerrells e la buona costruzione sul perimetro – non hanno fatto ricucire totalmente lo strappo per Milano, chiudendo alla sirena 77-74.

Pubblicità

PARTENZA A RILENTO

Un inizio col freno tirato per Trento: 1/7 da 3 e 3 perse, Milano può fare un piccolo scatto fino a portarsi sull’8-4, però lo sprint non è sufficiente per fare il sorpasso netto e convincente. Nei primi 10 minuti l’esecuzione è talmente assente di spacing e ritmo che nessuna tra le due riesce a produrre un assist. Pianigiani scongela Cusin per usarlo come parafulmine alla brutta situazione di falli in cui si sono già messi Tarczweski e Gudaitis. Con il rispolvero anche di Abass, Milano va con il quintetto piccolo firmando il +9 (24-15) grazie al primo serio allungo di Goudelock, mentre Trento scivola su percentuali impresentabili.

BASSA PRECISIONE DA FUORI, ALLORA TRENTO CAMBIA STRATEGIA

La costante per entrambe le squadre è la cattiva serata da 3 punti tra primo e secondo quarto (0/9 Trento, 0/8 Milano). Coach Buscaglia avverte questa inclinazione e fa la mossa più logica: basta tiri dalla lunga distanza, attaccare il canestro. Sutton, Beto, Shields: la Dolomiti inizia a martellare l’area e a guadagnarsi viaggi in lunetta, Trento va al riposo sul -5 (29-34). Questo fa riprendere fiducia al tiro e mette nel flusso uno dei protagonisti di gara 4…

“WHAT A SHIELDS!”

Come in gara 1, ma con un impatto tre volte più devastante, Shields porta 9 punti filati di puro talento (riportando l’Aquila a -2), ed è solo l’inizio. Milano resiste all’urto e segna il contro parziale di 9-0 e continua a tenere botta ed attaccare con discreta efficacia nonostante un’intensità difensiva altissima. E’ nell’ultimo quarto che parte il vero showdown di Shields, prima il canestro del sorpasso 58-56, poi il 2+1 con il layup e fallo e altri 5 punti consecutivi con 2 viaggi diretti in lunetta.

Trento vola a +14 (71-57), ancora e sempre sulle folate di Shields. L’Olimpia trova triple automatiche da Jerrells, ma in poco più di un minuto si può ricavare poco. Si torna al Forum dunque, incipit di tre partite in cui Milano conserva ancora il fattore campo, ma molte meno certezze.

Nessun commento

Rispondi