Sedotti e derubati: arrestato un duo di ladri

Sedotti e derubati: arrestato un duo di ladri

poliziotti-324x146 Sedotti e derubati: arrestato un duo di ladri Cronaca Milano Prima Pagina   Legnano – Un infallibile duo di ladri è stato arrestato a Legnano: lei seduceva gli uomini e una volta portati a casa venivano rapinati dal suo complice.
La coppia era composta da un uomo e una donna di 45 anni, entrambi pregiudicati, e arrestati con l’accusa di rapina.
Il colpo che li ha fatti finire in manette è avvenuto a febbraio, quando la donna ha adescato un impiegato di un bar di Milano, convincendolo attraverso l’arte della seduzione, a seguirlo a casa sua per trascorrere del tempo insieme.

Pubblicità

Tuttavia la vittima, giunta nell’appartamento della donna, è stata narcotizzata e derubata del suo bancomat dall’altro complice, da cui aveva anche prelevato diverse somme di denaro. Il commesso, una volta ripresi i sensi, si era reso conto del furto subito e aveva immediatamente allertato i Carabinieri, designando come colpevole la donna che lo aveva sedotto.

Così, dopo diverse indagini, gli agenti sono riusciti a ricostruire le dinamiche dell’accaduto, fino a che tutto non li ha ricondotti alla coppia di ladri. Nei giorni scorsi, finalmente, hanno ottenuto le ordinanze di custodia cautelare in carcere.
Tuttavia, non era la prima volta che il duo finiva dietro le sbarre. A gennaio, infatti, avevano fatto un primo colpo, e i militari li avevano già arrestati.

Allora nella loro trappola era caduto un 38enne che aveva incontrato la donna, fintasi una escort, a casa sua. Lei gli aveva chiesto di chiudersi in bagno fingendo che fosse improvvisamente arrivato suo marito, e insieme al complice aveva fatto sparire il portafogli della vittima con all’interno 650 euro in contanti.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi