Mauro Icardi: tra safari e Seychelles si pensa al rinnovo

Mauro Icardi: tra safari e Seychelles si pensa al rinnovo

img_5656-324x390 Mauro Icardi: tra safari e Seychelles si pensa al rinnovo Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Il safari prosegue e al leone sul petto Mauro Icardi ha aggiunto quello sullo sfondo delle foto social. L’attaccante di Rosario, in vacanza con la compagna-agente Wanda Nara, sta pensando al rinnovo che l’Inter ha in mente da tempo.

100 goal in Serie A  e una clausola

Pubblicità

Che Maurito sia fondamentale per l’Inter non lo dicono solo i numeri che, comunque, qualcosa contano: 107 goal con la maglia dell’Inter di cui 100 in Serie A in 159 partite, e un carisma che lo hanno portato ad indossare la fascia di capitano a soli 23 anni. Contestato, amato, odiato e idolatrato, il numero nove nerazzurro ha estimatori in tutta Europa e la clausola rescissoria (valida fino alla metà di luglio) di 110 milioni è un campanello d’allarme di cui l’Inter in questo momento non sembra preoccuparsi.

Bonus e costanza

Mauro si è sempre speso per la causa nerazzurra e noi siamo orientati nel riconoscergli l’adeguamento di contratto che merita. Ha ancora tre anni di contratto, non siamo preoccupati. Mauro resterà sicuramente.” Queste le parole che Piero Ausilio ha rilasciato a proposito della permanenza in nerazzurro di Icardi; la Gazzetta dello Sport analizza stamane l’offerta che l’Inter sta preparando per il suo centravanti: 6,3 milioni a stagione di parte fissa, più bonus facilmente raggiungibili che porterebbero Maurito a guadagnare tra i 7,5 e gli 8 milioni a stagione. Non i 9 richiesti da Wanda ma poco ci manca. Lunedì (al massimo martedì) gli Icardi saranno a Milano, di ritorno dalle vacanze in solitaria, e chissà che non ci si possa vedere con la società per discutere di questo tanto atteso rinnovo.

Icardi vs Higuain

Se n’è parlato tanto, forse troppo. Un’offerta da 50 milioni più il cartellino di Gonzalo Higuain per Icardi con la Juventus che avrebbe provato a prendere l’attuale capocannoniere della Serie A. L’Inter ha smentito, seccata, l’esistenza di tali voci e si è opposta totalmente ad una cessione verso Torino del suo capitano. Mauro, qualora arrivasse qualcuno disposto a pagare la clausola di 110 milioni, potrà andare all’estero, ma a Torino, no, a Torino mai. Mauro ha anche un conto aperto con Higuain: ha segnato più goal, 29 contro i 16 del Pipita, ma non è andato al Mondiale, colpa del rapporto con il parco giocatori a disposzione di Sampaoli, mai troppo felici di condividere il campo con Mauro. Ora il rinnovo: richiesto da Wanda e dallo stesso Icardi per superare Gonzalo anche nell’ingaggio, dopo averlo superato nel valore di mercato. Una sfida su tutti i fronti, che il prossimo anno infiammerà ancor di più la strada tra Milano e Torino.

 

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi