Milan: il mercato e le due strade verso la punta

Milan: il mercato e le due strade verso la punta

img_5583-324x307 Milan: il mercato e le due strade verso la punta Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Un piano per due: la Gazzetta dello Sport in edicola stamane riporta come il Milan stia vagliando due soluzioni principali per l’attacco della prossima stagione, e che entrambe siano legate alla decisione dell’Uefa.

Alvaro Morata: da Londra col pancione

Pubblicità

Lo spagnolo di proprietà del Chelsea sembra essere l’obbiettivo numero uno del Milan di Gattuso. La sua compagna, Alice Campello, è in attesa di due gemelli e farebbe carte false per rivedere il giovane marito in Serie A; successe già una volta, nel lontano 2006, che un attaccante, questa volta del Milan, scelse Londra per voleri familiari. Chissà che non possa ripetersi il percorso con luoghi di partenza e di arrivo invertiti. Ma parlando di cifre e opportunità, Alvaro Morata sarebbe una bellissima realtà del Milan solo quando l’Europa League diventasse una certezza. Prima del 19 giugno, data in cui l’Uefa si pronuncerà riguardo alla sentenza sul Milan, i rossoneri non potranno muoversi in direzione dello spagnolo, per il quale sono stati stanziati circa 70 milioni di euro.

Radamel Garcìa Falcao: una tigre da Monaco

L’alternativa, che poi così tanto alternativa non è, risponde al nome di Radamel Falcao. Sono giorni che riportiamo l’interesse del Milan per il colombiano e venerdì Mirabelli si trovava a Bergamo per assistere alla partita amichevole tra la Colombia del numero 9 e l’Egitto dell’infortunato Salah. Alternativa poiché Falcao sarebbe il prescelto in caso di mancanza di liquidità: Andrè Silva, assistito da Jorge Mendes come il Colombiano, interessa al Monaco e uno scambio di prestiti potrebbe accontentare tutti. Possibilità che arrivino entrambi? Molto remota, ma qualora il Milan fosse in Europa League e Andrè Silva decidesse di cambiare lido, il Milan potrebbe anche virare su entrambi gli attaccanti in prospettiva di cambio di modulo.

Memphis Depay: il dieci orange

Un cambio di modulo lontano dal concretizzarsi quando si parla di Depay. Ala olandese tutta tecnica e forza che ieri sera ha fatto dannare l’anima alla difesa azzurra con il suo numero 10 in bella vista. L’esterno ha ricoperto ieri il ruolo di seconda punta in un attacco a due con il compagno Babel, attaccante del Besiktas, dimostrandosi duttile e tecnicamente completo. A Torino, manco a dirlo, era presente Massimiliano Mirabelli, per seguire quello che corrisponde al profilo di attaccante esterno richiesto da Gattuso: esperienza internazionale, giovane età e tanta personalità unita alla tecnica e alla forza. Il costo? 40 milioni di Euro, gli stessi che Monaco e Wolverhampton garantirebbero per Andrè Silva.

Cessioni importanti

Sempre la Gazzetta dello Sport, al margine dell’articolo di conferma dell’arrivo dei 10 milioni di aumento di capitale da parte di Yonghong Li, anticipa alcune cessioni importanti in casa rossonera: Abate, Montolivo e Antonio Donnarumma potrebbero trovare casa altrove facendo risparmiare sul monte ingaggi, così come Nicola Kalinic, che per risultare utile al mercato rossonero, deve convincersi a partire.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi