Milan: Rodriguez, la Svizzera e la Germania. Intanto Li cerca soci

Milan: Rodriguez, la Svizzera e la Germania. Intanto Li cerca soci

img_5571-324x178 Milan: Rodriguez, la Svizzera e la Germania. Intanto Li cerca soci Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Sono giorni di passione in casa Milan con il rifinanziamento del debito che tiene banco e la possibilità di vedere Rodriguez tornare in Germania.

Rodriguez e la Svizzera

Pubblicità

Che il terzino sinistro rossonero con la maglia della sua Nazionale renda in maniera diversa è sotto gli occhi di tutti da inizio stagione: il numero 13 ha segnato anche ieri sera nel pareggio ottenuto dalla Svizzera contro la Spagna e giocato una gara di sostanza e continuità. Se la stagione con i rossoneri è sempre stata un’alternanza continua di luci ed ombre, le sirene tedesche non fanno che aumentare la possibilità di vederlo partire dopo un solo anno di Milan: l’edizione odierna di Tuttosport conferma come le massime esponenti del calcio tedesco, Borussia Dortmund e Bayern Monaco, siano sulle tracce del terzino e che il Milan chieda come base d’asta 15 milioni.

Yonghong a caccia di un amico

La Gazzetta dello Sport titola ironicamente “Chi trova un amico trova un tesoro” in merito a quanto fatto da Yonghong Li nei suoi quattro giorni di fuga a Milano. La ricerca di un partner di minoranza che aumenti la liquidità momentanea nelle casse del Milan è l’argomento che questa mattina tiene banco dopo la breve gita a Milano dl presidente rossonero. Ripartito alla volta del Sol levante ma intenzionato a tornare al più presto, visti gli impegni che coinvolgeranno il Milan in udienza il 19 giugno a Nyon e la sentenza che dovrebbe arrivare intorno a quei giorni.  La scelta di un socio di minoranza (20 per cento?) affidabile e dal nome noto servirebbe innanzitutto per ammorbidire l’Uefa in vista del giudizio del 19 giugno, e inoltre per giungere a coprire quel rifinanziamento di 303 milioni (suddivisi 123 al club e 180 al Presidente Li) che entro Ottobre bisognerà restituire ad Elliott, pena il passaggio di proprietà. Inoltre, proprio oggi è atteso il bonifico da 10 milioni che costituisce la prima tranche dei 2 milioni totali richiesti come aumento di capitale da parte dell’assemblea dei soci e che permetterebbe al Milan di chiudere in positivo l’annata corrente: uno snodo fondamentale in quanto 32 milioni da reperire in pochi giorni non sono pochi. Una testimonianza ulteriore dell’impegno di Li nel Milan in caso si riuscisse a reperirli, un cessate il fuoco qualora non arrivassero in tempo.

Il mercato e Cutrone

Sempre Tuttosport stamane parla di un imminente incontro per il rinnovo di contratto di Patrick Cutrone, stella polare dell’annata rossonera e talento su cui puntare tutto nelle prossime stagioni. Il contratto prevede un incremento sostanziale dell’attuale ingaggio e un prolungamento fino al 2023, per legare ancor più il numero 63 alla maglia rossonera e allontanare le voci di un possibile trasferimento.
La Gazzetta dello Sport, in ottica rifinanziamento e sentenza Uefa, presenta i due piani del mercato del Milan: la sentenza dell’Uefa sarà lo snodo fondamentale del calciomercato rossonero e i nomi per gli acquisti sono sempre gli stessi: Immobile, Belotti, Falcao, Werner in caso di Europa League insieme ad altri due giocatori di livello. In caso di mancata partecipazione si partirà dalle cessioni, con Suso, Donnarumma, Bonaventura e Romagnoli su tutti, nonostante il Milan non abbia bisogno di vendere. Bisognerà aspettare il 19 e la sentenza Uefa per capire di più su quello che sarà il futuro della squadra di Gattuso.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi