Uno scambio su cui riflettere

Uno scambio su cui riflettere

0

icardi-324x216 Uno scambio su cui riflettere Calcio Sport   Mentre divampa l’entusiasmo tra i tifosi per l’arrivo di De Vrij e di Lautaro Martinez, l’ambiente nerazzurro rischia di rimanere scosso dalla possibile dipartita del suo capitano.

Pubblicità

È infatti delle ultime ore la notizia di un possibile scambio con la Juve che vedrebbe coinvolti Icardi ed higuain, oltre ad un conguaglio in danaro di 50 mln di euro in favore della squadra nerazzurra.

I tifosi dicono no

Non si è fatto attendere il giudizio della piazza, in senso negativo rispetto all’operazione richiamata.

Non è infatti un mistero che non corra buon sangue tra le due società, anche quest’anno protagoniste di un forte diverbio sportivo in occasione della sfida di ritorno che ha visto la compagine nerazzurra rimontata proprio dall’undici di Allegri, all’interno di una partita ricca di episodi borderline a livello arbitrale.

Questa frizione sportiva è così marcata da aver prodotto il fallimento della trattativa che doveva portare qualche anno fa Guarin alla Juve con Vucinic all’inter.

Ora, che un tale astio abbia impedito il passaggio di un giocatore come Guarin, non certo di primo piano ne particolare beniamino della tifoseria nerazzurra, alla corte juventina, rende evidente quale intensità avrebbe l’insurrezione dei tifosi interisti, in caso di separazione con il proprio capitano e uomo simbolo.

Una dovuta riflessione

Fatta questa premessa, dal punto di vista squisitamente tecnico non sarebbe in verità per l’Inter un’operazione da non tenere in debita considerazione.

Nel caso in cui non fosse unicamente una boutade giornalistica, 50 mln più uno degli attaccanti più forti sul panorama internazionale, oltretutto preferito all’attuale capitano argentino in nazionale, permetterebbero alla squadra nerazzurra di poter puntare seriamente allo scudetto e di rinforzare, con i 50 mln di conguaglio, anche altri reparti della rosa.

Certo la carta d’identità di Icardi segna qualche anno in meno, ma da questo punto di vista l’arrivo di Lautaro potrebbe non essere casuale.

Il giovane argentino, infatti, è in fin dei conti una prima punta e rischierebbe di pestarsi i piedi con icardi.

Avere la possibilità di crescere sotto la chioccia protettiva di un giocatore della caratura di higuain e di prendersi la titolarità una volta che lo stesso sarà troppo avanti con l’età, potrebbe rappresentare per l’Inter, la dipartita di Icardi, come un modo di guardare paradossalmente al futuro.

Nessun commento

Rispondi