Quale valore per Donnarumma?

Quale valore per Donnarumma?

0

img_1503-324x210 Quale valore per Donnarumma? Calcio Sport

A poche settimane dal decisivo giudicato di Chamber, il Milan si prepara a stilare diversi programmi d’investimento sul mercato a seconda di quello che la camera giudicatrice dell’Uefa disporrà nei confronti della società rossonera.

Pubblicità

Piano d’investimento che non inciderà unicamente sull’aspetto relativo alle entrate ma anche su quelle delle uscite. E tra i partenti o i possibili tali, quello prossimo alla cessione sembra essere Gianluigi Donnarumma. L’unica incognita sembra essere solo il prezzo.

Si parte da una certezza

Nella partita di stasera che inaugurerà l’avventura in azzurro dell’ex c.t. di Inter e City Roberto Mancini, Donnarumma prenderà immediatamente l’eredità di Buffon tra i pali della nazionale italiana, a seguito proprio delle parole del neo tecnico il quale ha definito il milanista “l’unica certezza” di formazione.

Un’investitura immediata per il numero uno rossonero, nonostante la non eccezionale stagione appena conclusasi, che certifica che il valore dello stesso non si è sgonfiato rispetto a quello di un anno fa, quando la sua annata era stata condita da prestazioni a dir poco superlative.
Una certezza ed un’investitura per il diciannovenne che continuano a renderlo appetibile nel panorama internazionale.
Ma a quale prezzo?

Una valutazione fuori mercato

Che Donnarumma possa sul mercato trovare acquirenti disposti ad accaparrarsi le sue prestazioni sportive, nonostante un 2017/18 caratterizzato dalle solite luci ma anche da qualche ombra, non sembra essere in discussione. Il portiere ha sicuramente mercato.

Ciò che, peraltro, lascia interdetti è la valutazione che il club rossonero fa del suo cartellino a fronte di quelli che sono i prezzi di mercato dei maggiori portieri a livello internazionale.

In particolare, tutti i grandi portieri che sono a salvaguardia dei più importanti pali d’Europa, non hanno avuto costi particolarmente proibitivi.

Ter Stegen Passò dal Borussia Monchenglasbach al Barcellona per una cifra vicina ai 12 mln di euro (fonte Transfermarket), ed anche Mattia Perin che dovrebbe andare a vestire la maglia della Juventus ha una valutazione che sembra aggirarsi sui 10-20 mln di euro.

Mentre, ed è forse l’esempio più calzante, il giovane brasiliano Ederson è passato dal Benfica al Manchester City, trasferimento che pure si inserisce in un contesto come quello della Premier dove i prezzi sono maggiorati rispetto agli altri campionati, per una cifra vicina ai 40 mln di euro.

Che Gianluigi Donnarumma possa essere ceduto per una cifra vicina ai 70 mln di euro, come molte testate riportano essere la base d’asta imposta dal Milan, appare decisamente inverosimile.

L’unico portiere che nel passato è stato oggetto di un trasferimento così imponente è stato proprio Buffon, che dal Parma passò alla Juventus per una cifra vicina ai 90 miliardi delle vecchie lire.

Chissà se il giovane predestinato originario di Castellamare riuscirà a raccogliere anche in questo senso l’eredità del colosso ormai ex Juventus.

Nessun commento

Rispondi