Milan – Fiorentina: i precedenti!

Milan – Fiorentina: i precedenti!

img_5190-324x203 Milan - Fiorentina: i precedenti! Calcio Prima Pagina Senza categoria Sport   Milano-Domenica a San Siro l’incrocio tra rossoneri e Viola sarà decisivo per la qualificazione europea. Una sfida che per corsi e ricorsi storici è sempre fondamentale ai fini della classifica.

L’ultima dell’era Berlusconi (2016/2017)

Pubblicità

La scorsa stagione la gara contro i Viola di Paulo Sosa regalò tre punti importanti per l’Europa al Milan di Montella. Deulofeu e Kucka rispondono al goal, incredibile a dirsi oggi, di Kalinic e coronano gli sforzi difensivi di un reparto in decisa difficoltà. La corsa si concluderà con i preliminari di Europa League, proprio quei preliminari che oggi il Milan vorrebbe evitare con una vittoria.

Bacca & Boateng (2015/2016)

Il Milán di Mihajilovic a fine stagione arriverà 7 punti dietro la Fiorentina di Paulo Sosa e Kalinic. Il croato quella stagione metterà a segno 12 goal e porterà la Fiorentina fino al quinto posto in classifica, davanti a uno straordinario Sassuolo. La gara, nonostante la classifica finale, vedrà il Milan vincere per 2-0 grazie ai goal di Bacca (18 quella stagione, ultimo attaccante rossonero ad andare sopra le 15 marcature) e di Boateng, con tanto di balletto finale. Era un Milan in difficoltà che contro la Fiorentina rialzò la testa per una sera senza riuscire a dare continuità per l’Europa.

Scudetto addio (2011/2012)

7 aprile 2012, Milan in corsa contro la Juventus per lo scudetto numero 19. Ibrahimovic sblocca subito la gara su calcio di rigore prima del suicidio rossonero contro una Fiorentina in corsa per la salvezza: prima Jovetic e sul finale Amauri portano il risultato sull’1-2 finale che condizionerà definitivamente l’esito della corsa scudetto.

L’andata: capodanno rossonero (2017/2018)

Il pareggio per 1-1 maturato a Firenze nella gara di andata sbloccata da Simeone. Il Milan, reduce dalla vittoria nel derby di coppa Italia, aveva bisogno di una prestazione convincente per dare continuità alla gestione Gattuso e resuscitare dalle proprie ceneri. Nel week end in cui l’Atalanta perde in casa col Cagliari, risultato che ad oggi è fondamentale per la corsa europea del Milan, Calhangolu si sblocca e regala un pareggio che porta fiducia tra le mura di Milanello.

Chi in campo per Gattuso

Nicola Kalinic sembra oggi aver scalzato Cutrone dal posto da titolare che in questi giorni attribuivamo senza dubbio al giovane numero 63 rossonero. Questo in caso di 4-3-3, qualora si cambiasse modulo i due attaccanti potrebbero essere proprio Kalinic e Cutrone in coppia. L’infortunio di Suso e la contemporanea squalifica di Borini, potrebbero portare Gattuso a schierare il 4-3-1-2 con Calhangolu dietro le punte. Conferme arrivano da Lucas Biglia: il centrocampista argentino vuole esserci dopo la botta rimediata contro l’Atalanta del Papu Gomez; al suo fianco Kessiè e Bonaventura, per il quale potrebbe essere l’ultima gara in rossonero. Difesa tutta confermata con Calabria titolare e Bonucci pronto a scacciare le voci che lo vorrebbero allo United la prossima stagione.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi