Rifinanziamento, sanzioni UEFA e mercato: Milan tra la fine del campionato e...

Rifinanziamento, sanzioni UEFA e mercato: Milan tra la fine del campionato e il prossimo futuro

0

img_5171-324x170 Rifinanziamento, sanzioni UEFA e mercato: Milan tra la fine del campionato e il prossimo futuro Senza categoria   Milano-Non bastano il sesto posto da conquistare sul campo contro una Fiorentina agguerrita e la questione rifinanziamento in ballo da un anno ormai: al Milan attendono la sanzione dell’Uefa per programmare il mercato.

Yonghong Li e la vecchia proprietà

Pubblicità

Fassone ripete da tempo: “le sanzioni Uefa sono dovute alla gestione dell’ultimo triennio, non alla nostra gestione.” per questo la Gazzetta dello Sport stamane riporta la possibilità che Yonghong Li bussi alla porta di Fininvest per chiedere di condividere gli oneri della sanzione ormai prossima a delinearsi. La speranza è che la multa si aggiri sui 15-20 milioni così da permettere un mercato ricco senza l’obbligo di cessioni importanti, ma fino all’ufficialità del provvedimento non si può programmare nulla.

Tuttosport parla di Kessiè

Lo abbiamo raccontato tante volte: Kessiè è stato il filo rosso che ha unito le gestioni Montella e Gattuso. Sempre in campo, l’ivoriano ha raccolto 4513 minuti in 53 partite tra le tre competizioni, superando il record di Andrea Pirlo della stagione 2006/2007 con 4320 minuti. Imprescindibile, il carro armato rossonero è risultato il più decisivo, insieme. Calhangolu, fra gli acquisti estivi. Una scommessa vinta dopo un inizio difficile.

Rivoluzione?

Altri acquisti estivi hanno invece deluso. Andrè Sílva e Kalinic, 7 goal in due in campionato, hanno completamente sbagliato la stagione seppur con risultati diversi. Il croato non ha mai stretto feeling con San Siro e l’ambiente rossonero, per questo la sua cessione in direzione Cina o Germania è più che probabile. Per il portoghese il discorso è diverso: San Siro apprezza i grandi giocatori e per questo ha sempre sostenuto Andrè. I suoi dieci goal stagionali lo condannano ma i colpi non sono mai stati messi in dubbio. Ora starà a Jorge Mendes, suo influente procuratore, decidere del futuro del ragazzo: prestito o cessione a titolo definitivo? Qualsiasi sarà la strada scelta, Andrè è più vicino alla cessione che alla permanenza, e il Milan punterà su un attaccante che possa garantire i fantomatici venti goal stagionali.

Verso la Fiorentina

Continuano i lavori a Milanello, ieri davanti agli inviati di Star Casinò, main sponsor rossonero. La Fiorentina, autrice di una grande seconda parte di stagione, sarà un avversario difficile ma Gattuso sa quanto sia importante vincere davanti al proprio pubblico. Anche cospargendosi capo di cenere per il risultato finale di una stagione che sarebbe dovuta andare diversamente.

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi